Il centrodestra pronto a candidare Luigi Berlati

Santarcangelo, sfumate le ipotesi di Lombardini e Samorani è lui il favorito. Nel 2014 sfidò Alice Parma dopo aver fatto cadere l’amministrazione Morri.

Il centrodestra  pronto a candidare Luigi Berlati
Il centrodestra pronto a candidare Luigi Berlati

Il dado non è ancora tratto. Ma tutti gli indizi, ora, portano a lui. Potrebbe essere l’ex consigliere comunale Luigi Berlati (nella foto), già candidato sindaco contro Alice Parma nel 2014, l’uomo su cui punterà il centrodestra alle elezioni. Il suo nome circola da un po’. Pareva solo una delle varie ipotesi, ma negli ultimi giorni il fatto che possa essere proprio Berlati a sfidare Filippo Sacchetti a Santarcangelo ha preso sempre più corpo. Entro la metà di febbraio il centrodestra vuole sciogliere le riserve e individuare il candidato sindaco. Che, questa la convinzioene di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia, deve essere un civico. E la pensano ugualamente quelli della lista civica Bene in comune, guidata da Domenico Samorani. Samorani, fino a poche settimane fa, sembrava in pole position per la candidatura a sindaco. O meglio: ricandidatura, dato che Samorani aveva già corso (e perso) contro Alice Parma, nel 2019. Il medico però si è tirato indietro, per i prossimi impegni professionali che lo attendono. Sarà sicuramente protagonista delle elezioni con la sua lista civica, ma ha fatto capire di non voler fare il candidato sindaco.

Prima di Samorani, il centrodestra aveva bussato alle porte di un altro civico, l’avvocato Paolo Lombardini. Mai sceso in politica, Lombardini ci ha fatto più di un pensierino alla candidatura a sindaco, ma poi si è tirato indietro, anche per alcune divergenze con esponenti della Lega. Si arriva così a Berlati. Che ha avuto un lungo passato come consigliere comunale del Pd a Santarcangelo, ma nel 2013 è stato tra gli artefici della caduta dell’allora sindaco Mauro Morri, uscendo dalla maggioranza e costringendo il Comune al commissariamento. Un anno dopo Berlati fu il candidato sindaco di una lista civica di centrodestra sostenuta da Forza Italia, mentre Fratelli d’Italia corse da sola candidando Daniele Apolloni. Progetto Civico, la lista di Berlati, raccolse appena 2.030 voti fermandosi al 16,6 per centro. Ma erano altri tempi, con una concorrenza agguerrita: alle elezioni si presentarono anche la lista civica Una mano per Santarcangelo (che da 5 anni è in maggioranza) e il Movimento 5 stelle.