Incidente sul lavoro. Cade dal terzo piano dell’hotel. Ferito un operaio: è grave

Un 44enne moldavo stava ristrutturando un albergo in via Garattoni a San Giuliano. Ha perso l’equilibrio ed è volato di sotto per una decina di metri. Aperta un’inchiesta.

Incidente sul lavoro. Cade dal terzo piano dell’hotel. Ferito un operaio: è grave

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i carabinieri del Nil (. foto di repertorio

È stata sfiorata la tragedia venerdì pomeriggio in zona San Giuliano a Rimini, dove in via Pietro Garattoni un operaio moldavo di 44 anni è precipitato dal terzo e ultimo piano di un albergo in cui stava svolgendo, a quanto si apprende, alcuni lavori di ristrutturazione.

Secondo la ricostruzione del tremendo incidente che è quasi costato la vita all’operaio moldavo, il 44enne si trovava intorno alle 17 di venerdì sopra una pensilina al terzo piano del palazzo quando, forse a causa della perdita accidentale dell’equilibrio, l’uomo è poi caduto di sotto per circa una decina di metri. Un volo tremendo a seguito del quale l’impatto con il terreno del cortile sottostante è stato violentissimo. Il 44enne però stando a quanto si apprende non sarebbe atterrato di testa bensì sulle gambe, evitando dunque il peggio sbattendo quindi solo in un secondo momento con il cranio.

Immediatamente dopo l’incidente è stato subito lanciato l’allarme ai sanitari del 118, che hanno raggiunto l’albergo anche con l’elisoccorso da Ravenna. Il 44enne infatti è subito apparso in condizioni gravissime e dopo essere stato stabilizzato sul posto è stato trasferito a bordo dell’elicottero all’ospedale ’Bufalini’ di Cesena. Inizialmente l’uomo era in pericolo di vita, ma le sue condizioni sarebbero in miglioramento sebbene il 44enne resta tuttora stabile e ricoverato nella rianimazione del nosocomio cesenate con prognosi riservata.

Nell’albergo di via Garattoni oltre ai soccorsi sono intervenuti anche i carabinieri del nucleo per la tutela del lavoro di Rimini e la medicina del lavoro a cui sono affidate le indagini coordinate dalla Procura, dove è stato aperto un fascicolo per lesioni colpose. Al momento le attenzioni degli investigatori si stanno concentrando sulle verifiche delle disposizioni di sicurezza nel cantiere, nonché della catena di appalti e contratti, per controllare se il 44enne moldavo fosse regolarmente contrattualizzato oppure no. Al momento dell’incidente risulterebbe che il ferito si trovasse da solo al lavoro al terzo piano dell’immobile.

f.z.