Sanità in crisi, il Pd scende in campo "I privati stanno facendo affari"

Il segretario Santi: "Il sistema pubblico soffre, pronti a dare il nostro contributo per cambiare la situazione"

Sanità in crisi, il Pd scende in campo  "I privati stanno facendo affari"
Sanità in crisi, il Pd scende in campo "I privati stanno facendo affari"

"La sanità pubblica è in crisi e i privati fanno affari". Riziero Santi, segretario del Pd, batte dove il dente duole. La sanità è in crisi e le difficoltà che sta attraversando il Pronto soccorso di Riccione costituiscono un esempio per il segretario del Partito democratico. "In attesa della realizzazione delle case della comunità, con cui una volta a regime si potrà concretamente dare un supporto all’efficienza dei servizi, rimane aperto un nodo sostanziale che riguarda il depauperamento delle figure mediche, della struttura organizzativa dell’ospedale di Riccione e dei servizi di medicina di base". Tant’è che "sono ormai quotidiani gli appelli che raccogliamo e le manifestazioni di preoccupazione per le difficoltà con cui gli operatori sanitari, soprattutto quelli del Pronto soccorso, sono costretti a lavorare, generando tempi di attesa e difficoltà operative di diversa natura. Occorrerà ottimizzare l’utilizzo delle professioni mediche sgravandole delle attività burocratiche e affiancandole con personale infermieristico e amministrativo". Fuori dall’ospedale, "per quanto riguarda la medicina di base, la pandemia ha fatto emergere le difficoltà che devono sostenere i medici mettendo in luce una evidente crisi di sistema". Una situazione alla quale per Santi va posto rimedio il prima possibile perché i cittadini da una parte sono costretti a servirsi sella sanità pubblica, dall’altra si rivolgono per i percorsi diagnostici alle strutture private. "Il sistema privato è convenzionale ma non deve diventare esclusivo, né tanto meno parassita. Assistiamo invece ad un fenomeno sempre più evidente, dove il sistema sanitario pubblico è chiamato a farsi carico delle attività più critiche e ad alto costo e rischio, mentre il privato si occupa della cura e della diagnostica ordinaria, col risultato che in ospedale arrivano i casi più complessi e costosi, considerando anche che l’alta complessità comporta un alto rischio di contenzioso".

Dunque "è ormai evidente quanto si stia ingrossando, proprio a causa di queste disfunzionalità del sistema pubblico, il volume di affari dei poliambulatori e delle cliniche private". Il Pd vuole muoversi perché "ciò che serve ora è una programmazione finanziaria pluriennale di risorse aggiuntive e stabili e il superamento del vincolo di assunzioni del personale in sanità. Su questi temi il Pd di Riccione fornirà tutto il sostegno politico possibile".

Andrea Oliva