Sos sociale: "500 famiglie a rischio povertà"

Lo studio: Bellaria-Igea Marina è sopra la media nazionale con il 5,6% dei nuclei residenti esposto a problemi economici

Sos sociale: "500 famiglie a rischio povertà"
Sos sociale: "500 famiglie a rischio povertà"

A Bellaria Igea Marina vivono quasi 500 famiglie "a rischio povertà". E’ quanto emerge da una ricerca di recente pubblicata sul sito di Openpolis sulla ‘territorializzazione’ delle famiglie numerose. Ovvero quelle appunto "più esposte alla povertà", sottolinea Openpolis. La media nazionale si attesta sul 4,7 per cento. La città di Panzini la supera: 5,6 per cento (Rimini è al 4,5). Significa che sul circa 9.000 nuclei famigliari – gli abitanti sfiorano i 20mila (19.526 al 31 dicembre scorso – quelli più fragili dal punto di vista economico viaggiano intorno al mezzo migliaio. Cinquecento o giù di lì. La percentuale è piuttosto contenuta. Ma le famiglie a rischio povertà sono comunque tante, troppe.

Openpolis rileva che in presenza di un solo figlio minore l’incidenza della povertà assoluta è vicina a quella media: 8,7 per cento. Quota che con due figli sale al 13,2. Con tre figli il rischio povertà supera il 20 per cento. Un campanello d’allarme per ogni amministrazione. Dallo Stato alle Regioni ai Comuni. Per quanto le concerne, l’amministrazione comunale di Bellaria Igea Marina, guidata dal sindaco Filippo Giorgetti, mette in fila i "numerosi interventi già fatti e in corso a difesa del welfare, e dei nuclei più fragili". Si va dalle misure generali a quelle mirate. Nel saluto di capodanno Giorgetti, ricapitolando gli interventi nel mandato amministrativo, ha ricordato "la realizzazione di un importante Centro per le famiglie in via Ferrarin", lo spazio ambulatoriale (ambulatorio sociale) avviato al Centro Belli con il progetto ‘Captare fragilità’, la realizzazione "ormai prossima" della Casa di comunità "che raddoppierà i servizi sanitari ora presenti al fianco del municipio".

Ancora, gli oltre venti posti in più all’asilo nido comunale (ora ha capienza di 105 iscritti), le dotazioni di giochi per le aree pubbliche, la nuova sede dell’Avis che sorgerà vicino al Parco del Gelso. Tra le iniziative lo Sportello digitale per l’alfabetizzazione tecnologica degli over 65, lo spazio informativo in piazza Falcone e Borsellino per gli utenti affetti da Parkinson e i loro caregiver. Non da ultimo l’immobile in via Baldini a Igea Marina confiscato alla mafia, trasformato con contributo regionale in appartamento capace di accogliere sei persone con fragilità. E i fondi in bilancio a sostegno degli scolari con disabilità, e per le famiglie in difficoltà economica.

m.gra.