Traffico ‘dolce’ al Sigep. Apre la maxi rotonda

Frisoni: "Aumentato lo sforzo per rendere funzionante la rotatoria". L’infrastruttura dovrà snellire il traffico anche della zona Fiera.

Traffico ‘dolce’ al Sigep. Apre la maxi rotonda

Traffico sulla Statale 16

Il Sigep si avvicina e aumentano gli operai al lavoro per aprire al traffico la grande rotonda tra la Ss16 e la consolare per San Marino. "L’obiettivo è essere operativi prima del Sigep - ammette l’assessore alla Mobilità, Roberta Frisoni -. Ovviamente non sarà aperta l’intersezione con via della Repubblica, ma la rotonda sarà operativa e questo ci consentirà di sovraccaricare meno la statale. Infatti chi arriverà dal casello autostradale di Rimini sud potrà impegnare la rotonda per dirigersi subito verso nord. Ma soprattutto chi proverrà da sud sulla statale non dovrà arrivare ala rotonda con via della Fiera prima di tornare indietro per dirigersi verso il casello o San Marino, ma potrà farlo usando la nuova rotonda". Questo dovrebbe diminuire il normale traffico. Ma il Sigep va oltre l’ordinario. Un anno fa furono giorni da incubo sulle strade riminesi e i cantieri sulla statale 16 ponevano meno limiti. Basti dire che non era ancora stata chiusa via Euterpe. Quest’anno per limitare i disagi si apre la nuova rotatoria con un diametro di cento metri. Seppur distante dal quartiere fieristico le soluzioni che consentirà il nuovo rondò dovrebbero servire anche ad alleggerire il traffico a ridosso dei padiglioni fieristici.

Con l’inizio del nuovo anno procederanno anche altre opere. Una su tutte la circonvallazione a Santa Giustina. I primi mesi serviranno a completare le operazioni necessarie all’avvio dei lavori, a partire dalla bonifica bellica. Il vero e proprio avvio del cantiere è previsto prima dell’estate, tra maggio e giugno. L’opera è in capo ad Anas ed è finanziata con risorse assegnate dal Cipe attraverso il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) per 11,8 milioni di euro. Tra i cantieri in dirittura d’arrivo c’è la nuova rotatoria di via Cavalieri Vittorio Veneto a Miramare. La rotonda è operativa da tempo, ma sarà integrata da un semaforo a chiamata per l’attraversamento pedonale in corrispondenza dell’aeroporto, che sarà coordinato con l’attuale semaforo veicolare davanti all’ingresso dello scalo. Guardando a nord è prevista entro marzo l’entrata in funzione della nuova rotatoria tra la Statale 16 e via Verenin Grazia, a Viserbella. Una volta aperta al traffico procederanno i lavori per la realizzazione del sottopasso ciclopedonale, progettato per connettere l’abitato a monte della statale e la parte a mare. Anche nelle prossime fasi del cantiere il traffico non verrà interrotto.

Andrea Oliva