"Turismo bene, ma sui dati è un balletto"

La presidente di Federalberghi Rimini, Patrizia Rinaldis, chiede spiegazioni sulla discrepanza tra i dati di presenze turistiche in Emilia Romagna forniti da Istat e Osservatorio regionale. Nonostante le differenze, entrambe le fonti confermano l'importanza del turismo per l'economia regionale. L'obiettivo è posizionare l'Emilia-Romagna come regione turistica leader in Italia entro il 2030.

"Turismo bene, ma sui dati è un balletto"
"Turismo bene, ma sui dati è un balletto"

"Sul turismo c’è un balletto di dati difficilmente comprensibile: secondo quelli del’Istat le presenze in Emilia Romagna nel 2023 sono intorno a 40 milioni, secondo l’Osservatorio regionale oltre 60. Una differenza del 50 per cento che sembra poco spiegabile. Vorremmo capire quali sono le modalità di calcolo utilizzate". E’ il commento della presidente dell’Associazione albergatori Federalberghi Rimini Patrizia Rinaldis dopo la diffusione del report gennaio - dicembre 2023 da parte dell’Osservatorio Turistico Regionale, realizzato da Regione e Unioncamere con Trademark Italia.

"Secondo l’Istat – continua Rinaldis – Rimini, che è andata meglio di tutta la riviera, non ha ancora recuperato del tutto sul 2019. A quanto riferisce l’Osservatorio invece il pieno recupero di sarebbe stato". "Ma è comunque positivo che, da entrambe le fonti – conclude la presidente degli albergatori – emerga come il turismo sia il settore trainante dell’economia regionale. E come tale vada sostenuto con risorse e investimenti. Anche per arrivare a centrare quello che la stessa Regione Emilia Romagna, il presidente Stefano Bonaccini e l’assessore al Turismo Andrea Corsini, indicano come obiettivo da perseguire nei prossimi anni. "Entro il 2030 – hanno detto Bonaccini e Corsini – l’obiettivo è raggiungere il 16 per cento del Pil e posizionare l’Emilia-Romagna come regione turistica leader in Italia".

Emilia-Romagna che "si conferma regione attrattiva sia per i turisti italiani che per quelli stranieri – concludono il presidente Stefano Bonaccini e l’assessore Andrea Corsini –. Grazie al lavoro di squadra delle istituzioni e degli operatori del comparto".