Violenza tra le mura di casa: "Sei andata a cena con l’amante". Tenta di strangolare la moglie

Al termine degli accertamenti la donna ha deciso di denunciare il 66enne per maltrattamenti. Nei confronti del marito è scattato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima .

Violenza tra le mura di casa: "Sei andata a cena con l’amante". Tenta di strangolare la moglie

Sul posto sono intervenuti i carabinieri

Cento euro per una cena di sushi per due persone. Un conto sospetto, secondo un 66enne di Misano, nella cui mente ha cominciato ad affacciarsi il pensiero che la moglie potesse averlo tradito, andando al ristorante con il suo presunto amante. Questo il motivo che, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbe scatenato una reazione rabbiosa da parte dell’uomo, il quale come una furia si sarebbe avventato sulla donna, tentando addirittura di strangolarla. Sul posto sono accorsi i carabinieri, che hanno trovato la donna fuori casa, spaventata a morte e ancora tremante.

La vittima è stata accompagnato in pronto soccorso, dal quale è stata dimessa con una prognosi di dieci giorni. I medici hanno riscontrato la presenza di segni compatibili con un tentativo di strangolamento.

L’allarme è scattato nella notte tra domenica e ieri. Tutto nasce da una discussione tra i due coniugi, innescata dal conto della cena di sushi, ritenuto eccessivo. Il 66enne, secondo quanto ricostruito, avrebbe iniziato ad accusare la moglie di averlo tradito, utilizzando i soldi per andare fuori insieme ad un presunto amante. La donna ha cercato inutilmente di spiegargli che al ristorante lei ci era andata insieme al figlio e non con una nuova ‘fiamma’. Il marito però non avrebbe voluto sentire ragioni. Nel giro di pochi secondi il clima è diventato sempre più pesante. L’autrice della denuncia sostiene che a quel punto il marito avrebbe tentato di aggredirla, stringendole il collo con le mani. In qualche modo sarebbe riuscita a divincolarsi dalla presa, correndo fuori dall’abitazione ed allertando i carabinieri. Una pattuglia dell’Arma è accorsa sul posto, trovando la donna ancora sotto choc, con evidenti difficoltà a respirare. È stata quindi soccorsa dai militari. Secondo il racconto della vittima, quella non sarebbe stata la prima aggressione subita da parte del marito: in passato ci sarebbero stati altri episodi, avvenuti anche alla presenza dei figli minorenni della coppia.

Al termine degli accertamenti, la donna ha deciso di denunciare il 66enne per maltrattamenti. Nei suoi confronti i carabinieri hanno redatto un verbale di allontanamento dalla casa famigliare e di divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima. La testimonianza di quest’ultima è stata acquisita dagli inquirenti.