Rossano Veneto, bimba di 4 mesi morta nel lettone: indagati i genitori per omicidio colposo

L’autopsia ha rivelato che la piccola è deceduta a seguito di uno schiacciamento e non per la sindrome della “morte in culla”

Neonata (foto archivio)
Neonata (foto archivio)

Rossano Veneto (Vicenza), 7 febbraio 2024 – Cambia lo scenario della morte della bimba di 4 mesi trovata lo scorso giugno senza vita nel lettone dei genitori a Rossano Veneto. Dalla prima ipotesi di un decesso dovuto dalla sindrome della cosiddetta “morte in culla” dei neonati, emerge quello dello schiacciamento. Al termine delle indagini svolte dalla Procura berica i due genitori della piccola di 4 mesi sono stati iscritti sul registro degli indagati per l'ipotesi di omicidio colposo. I riscontri medici dell'autopsia sul corpo della neonata hanno rivelato che la piccola è deceduta per schiacciamento e non per la cosiddetta “morte in culla”.

Approfondisci:

Bimbo di 10 giorni rischia di soffocare per una poppata, salvato da infermiere del 118

Bimbo di 10 giorni rischia di soffocare per una poppata, salvato da infermiere del 118

Cosa è successo

Nel giugno 2023, nella loro abitazione di Rossano Veneto, i genitori hanno dato l’allarme per la sofferenza della loro bimba neonata, dopo una notte in cui avevano dormito tutti insieme nello stesso letto matrimoniale. È stato chiamato subito il Suem118, chiedendo aiuto e parlando di arresto cardiaco. Il padre aveva avviato la rianimazione, seguendo le indicazioni del personale sanitario al telefono, fino all'arrivo dell'ambulanza, che ha proseguito le manovre e condotto la piccola in ospedale a Bassano del Grappa, dove però è deceduta.