Treviso, scopre allo scalo in aeroporto di aver comprato 3 Rolex falsi e borsette contraffatte: sequestro e multa per un turista slovacco

L’uomo arrivava dall’Albania e ha raccontato alla dogana di aver fatto acquisti in un mercato di Tirana

I controlli all'areoporto di Treviso

I controlli all'areoporto di Treviso

Treviso, 30 novembre 2023 – Fermato alla dogana dell’aeroporto con tre Rolex falsi, merce contraffatta che aveva comprato per fare i regali di Natale. Il fatto è successo allo scalo Antonio Canova di Treviso dove funzionari dell’Agenzia delle Dogane e la Guardia di Finanza, durante un controllo, hanno sottoposto a sequestro tre Rolex contraffatti, uno modello da uomo e due da donna. Gli orologi erano corredati da custodia e certificati di garanzia anch’essi falsi, scoperti nel bagaglio di un cittadino slovacco residente in Austria di rientro da una breve vacanza in Albania.

Gli acquisti a Tirana

L’uomo, di professione cameriere e residente nei pressi di Villach, aveva pensato di acquistare i tre orologi, insieme a due borsette da donna e a un paio di calzature, anch’essi contraffatti, in un mercato rionale di Tirana (Albania), per farne regalo ad alcuni suoi parenti. L’uomo, però, non aveva pensato che questi prodotti erano tutti falsi. Tanto che nel corso dei normali controlli ai passeggeri in arrivo, è stato scoperto dai funzionari doganali e dai finanzieri che, oltre a sequestrare gli articoli, riportanti caratteristiche di manifattura e materiali tali da provarne l’evidente contraffazione, hanno sanzionato il viaggiatore per incauto acquisto.

La multa

Al trasgressore, in particolare, è stata comminata la sanzione amministrativa fino a 7.000 euro, applicabile ai casi di introduzione nel territorio dello Stato di piccoli quantitativi di merci che violano un diritto di proprietà intellettuale. La merce, dopo le procedure di confisca, sarà distrutta a spese dell’acquirente. Nel caso in cui fosse stato dimostrato il fine di trarne profitto, sarebbe invece scattata la violazione penale di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, punita fino a 4 anni di reclusione e con la multa da euro 3.500 a euro 35.000.