Fabriano, raffica di sequestri di botti irregolari. Ferita anche una donna

In campo una serie di controlli della polizia, anche in abiti civili durante la festa in piazza e non solo. Elevate anche due sanzioni per violazione dell'ordinanza del sindaco

In azione la polizia
In azione la polizia

Fabriano (Ancona), 2 gennaio 2024 – Capodanno con una raffica di controlli e sequestri da parte della polizia, ferita al volto anche una donna. I poliziotti del commissariato fabrianese hanno proceduto al sequestro di un pericoloso fuoco pirotecnico nei confronti di un fabrianese.

Durante la serata di San Silvestro i poliziotti coordinati dal commissario Angel Sebastianelli per garantire la sicurezza pubblica in occasione dei festeggiamenti di fine anno, hanno presidiato il centro in abiti civili. Sotto la lente d’ingrandimento le accensioni pericolose di petardi e fuochi d’artificio non legali e il rispetto dell’ordinanza del sindaco di Fabriano di divieto di accensione ed utilizzo degli stessi all’interno del perimetro del centro storico. Appena passata la mezzanotte, i poliziotti hanno notato un giovane il quale, dopo essersi defilato di qualche metro dai folti gruppi di giovani intenti a godere dello spettacolo offerto da dj cittadini, ha sistemato a terra un oggetto voluminoso. Tempestivo l’intervento dei poliziotti i quali, dopo essersi avvicinati, hanno scoperto che si trattava di un blocco di fuochi pirotecnici composti da 25 fuochi di artificio. Da una attenta lettura delle indicazioni riportate sulla confezione, è emerso che la prevista marchiatura Ce non era così chiara: per questo motivo, il blocco è stato sottoposto a sequestro e il giovane venticinquenne fabrianese segnalato all’autorità giudiziaria. Qualche minuto dopo, i poliziotti si sono accorti di un addensamento di giovanissimi nell’area prossima all’arco del Podestà: avvicinatisi, hanno visto come si apprestavano ad accendere un blocco composto da 12 razzi pirotecnici di categoria “F2”, la cui vendita è riservata ai soli maggiorenni. Anche in questo caso, l’accensione è stata evitata dai poliziotti e sul posto sono stati fatti confluire i genitori dei ragazzi. Infine, intorno all’una gli agenti della polizia di Stato hanno accertato e contestato solo due infrazioni all’ordinanza del sindaco di Fabriano inerente il divieto di utilizzo di petardi, mortaretti, botti ed artifizi pirotecnici. Nel dettaglio, i due uomini (un fabrianese e un cittadino comunitario dimorante in Fabriano da alcuni anni), accendevano e facevano esplodere due petardi, uno lungo via Verdi e l’altro in via San Filippo. Per entrambi si procederà alla sanzione amministrativa prevista con pena pecuniaria da 25 a 500 euro. Da registrare anhe un incidente riconducibile alle accensioni pirotecniche di fine anno. In una frazione di Fabriano, una donna, poco prima della mezzanotte, è stata colipta da un’ “artificio pirotecnico” impazzito il quale ha assunto una traiettoria non conforme alle indicazioni e l’ha raggiunta al volto. La conseguente contusione è stata curata al pronto soccorso e giudicata guaribile in 10 giorni, salvo complicazioni.