Le auto nel mirino diventano 15:: "Non ci sentiamo tranquilli"

Raid vandalico notturno a Jesi: almeno 15 vetture danneggiate in via San Marco e via Rossini. Preoccupazione dei residenti per l'illuminazione scarsa e la presenza di un campo incolto e stabile abbandonato.

Le auto nel mirino diventano 15:: "Non ci sentiamo tranquilli"
Le auto nel mirino diventano 15:: "Non ci sentiamo tranquilli"

Almeno quindici le vetture in sosta danneggiate mercoledì notte: non solo in via San Marco ma anche nella vicina via Rossini. Sul raid vandalico messo a segno con un taglierino indagano non solo i carabinieri ma anche la polizia. A far sentire la loro voce, preoccupati, i residenti della zona: "Già in passato abbiamo trovato auto rigate o danneggiate e siringhe. Qui l’illuminazione è scarsa, specie in certi punti". Venerdì mattina i residenti della zona di San Marco hanno segnalato un’auto senza targa con lo sportello aperto e dentro un uomo che dormiva. "Questa strada non ha via d’uscita se non a piedi – aggiungono – e in fondo alla via ci sono un campo incolto e uno stabile abbandonato, zone in cui è facile nascondersi. Ora che il collegio Pergolesi con tutti gli anziani e il personale è stato trasferito a Fabriano ci sono anche meno persone che entrano ed escono dal fondo della via e forse questo rende la zona anche meno sorvegliata. Siamo vicini al centro ma non ci sentiamo affatto tranquilli".

sa. fe.