Odissea per il cambio del medico ed esenzione ticket: file, disagi e proteste

Problemi all’ospedale Mazzoni di Ascoli. Il responsabile dell’ufficio: "Dottori in pensione con migliaia di pazienti"

Lunghe code all'ospedale Mazzoni

Il responsabile dell’ufficio: "Dottori in pensione con migliaia di pazienti"

Ascoli, 4 aprile 2024 – Medici che vanno in pensione e i loro assistiti che devono scegliere un nuovo dottore a cui affidare la propria famiglia ma anche la necessità di procedere al rinnovo dell’esenzione ticket. Queste due istanze concomitanti hanno creato disagi e qualche momento di nervosismo allo sportello Anagrafe assistiti dell’ospedale Mazzoni. Tanti gli utenti che si sono presentati di persona negli uffici, con un’attesa che si è rivelata piuttosto lunga in particolare nella mattinata di martedì 2 aprile, tanto che l’Ast ha dovuto correre ai ripari. Cosa sta succedendo lo spiega il dottor Marco Canaletti, responsabile dell’Anagrafe assistiti dell’Ast. "Nel distretto di Ascoli sono andati in quiescenza tre medici di base, tra cui uno ’massimalista’ in servizio a Offida. In tanti si sono rivolti al nostro sportello, sia per questo che per il rinnovo dell’esenzione ticket. Qualche problema martedì c’è stato, ne abbiamo preso atto – dice il dottor Canaletti - e deciso di destinare altre tre persone al servizio in back office, oltre alle due già impegnate allo sportello". Ieri mattina c’era ancora da attendere un po’; qualche mugugno c’è stato, ma la situazione era migliorata rispetto al giorno precedente e per lo più l’attesa è stata giudicata dagli utenti accettabile. "Bisogna tenere conto che ci sono medici con 1.500 pazienti che, rimasti senza, vogliono scegliere subito il sostituto" afferma ancora il responsabile dell’Anagrafe assistiti dell’Ast di Ascoli. "Noi cerchiamo di evitare di far venire qui le persone. In passato in Comuni come Spinetoli, Arquata e Acquasanta è andato nostro personale nelle strutture in loco dell’Ast. Adesso i pazienti interessati sono tutti di Ascoli e molti, specie per l’esenzione ticket, sono stranieri e in questo caso la procedura si allunga per evidenti difficoltà di lingua".

La partita dell’esenzione ticket riguarda 12.000 persone nel distretto di Ascoli. "Un numero importante. Stiamo pensando alla possibilità del rinnovo on line, ma non siamo ancora pronti" ammette Canaletti. La via telematica è praticabile, però, per il cambio del medico. "Ne sono arrivate tante di mail, ma c’è stato qualche ritardo sullo smaltimento delle richieste, avendo solo due persone allo sportello che dovevano fare tutto e non arrivavano: abbiamo ora sopperito con più personale dedicato al back office e presto azzereremo queste pratiche".