Papilla apre i battenti: "Faremo 15 assunzioni"

William Romagnoli e la moglie Simona aprono a Castel San Pietro "Papilla - Lieviti e cucina" al posto dell'ex Focillo, offrendo pasticceria dolce e salata, aperitivi e posti di lavoro

William e Simona Romagnoli aprono Papilla

William e Simona Romagnoli

Castel San Pietro (Bologna), 3 aprile 2024 – Undici metri di banco equamente suddiviso tra comparto di pasticceria dolce e salata, un aperitivo da metà pomeriggio fino a sera, e una quindicina di nuovi posti di lavoro. Si chiama "Papilla – Lieviti e cucina" e aprirà al posto dell’ex Focillo nei prossimi giorni la nuova avventura imprenditoriale di William Romagnoli e della moglie Simona. Dopo oltre due lustri dedicati solo alla gelateria, e dopo aver portato la sua bottega "Gusto Antico" nella guida edita da Gambero Rosso delle migliori gelaterie d’Italia, William non lascia, ma anzi raddoppia.

Un locale, lo etichetta in una frase William, "pensato per le donne, perché se in un locale stanno bene le donne, allora stanno bene tutti". Così l’ha pensato William, ridisegnando il locale con un suggestivo interno verde petrolio, ricavando un paio di isole all’esterno dove si possa consumare un aperitivo "accontentando tutti, chi ama stare seduto e chi invece sceglie di goderselo chiacchierando in piedi".

Come per "Gusto Antico", anche per "Papilla" il mantra di Romagnoli e della moglie Simona non cambierà. "La materia prima per noi viene prima di tutto, non si può prescindere dalla qualità". E così se i lievitati saranno i protagonisti di un bancone equamente suddivisi tra dolce e salato. Colazioni, pranzi con un paio di proposte calde e un’amplissima varietà di insalate, aperitivi, questo il menù di "Papilla" che aprirà alle 5.30 e chiuderà alle 23, "ma non escludiamo che possa diventare un locale aperto 24 ore, magari dove friggere e servire i bomboni nel cuore della notte, come una volta". I dipendenti saranno una quindicina, le chicche all’interno del locale, tantissime, come una modernissima macchina del ghiaccio giapponese in pieno stile ‘Milano da bere’.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro