Concerti Vasco Rossi a Bologna, multe e sequestri: il lavoro dei vigili contro le irregolarità

In tutto ci sono stati 60 sequestri penali, 35 persone denunciate a piede libero; 2mila articoli sequestrati a livello amministrativo per un ammontare di 210mila euro di sanzioni

Superlavoro dei vigili per i concerti di Vasco a Bologna

Superlavoro dei vigili per i concerti di Vasco a Bologna

Bologna, 14 giugno 2023 – In occasione dei quattro concerti di Vasco Rossi allo stadio Dall'Ara di Bologna c’è stato un grande lavoro da parte dei vigili urbani, impiegati sia in divisa per gestire la viabilità, sia in borghese contro l'abusivismo.

Sono stati 404 vigili impegnati, coordinati da 41 ispettori, e sono state 242 le multe elevate per infrazioni del Codice della strada, accompagnate da 141 rimozioni, con una punta massima di 123 verbali e 90 rimozioni al termine della giornata di domenica 11 giugno.

Inoltre, gli agenti hanno effettuato 60 sequestri penali, con 474 articoli sequestrati e 35 persone denunciate a piede libero. Hanno fermato merce contraffatta con nome e logo di Vasco Rossi; sette persone sono state ulteriormente denunciate perché sorprese nuovamente in attività.

I sequestri amministrativi sono invece stati 30, con 2.000 pezzi, 72 sanzioni per 210.000 euro di importo. Le tipologie degli interventi hanno riguardato il commercio abusivo di merce, bagarinaggio, mancato rispetto dell'ordinanza vetro, ubriachezza molesta e espletamento di esigenze fisiologiche in strada, con sequestro di braccialetti, accendini, occhiali da sole, bibite, biglietti del concerto e attrezzatura di vendita.

La sera del 6 giugno gli agenti hanno fermato un bagarino che ha esibito un documento di identità falso: è stato fotosegnalato e denunciato a piede libero. Inoltre, sono stati sequestrati il documento, i biglietti e i proventi dell'attività di bagarinaggio, circa 1.200 euro.

La sera dopo, 7 giugno, gli agenti hanno bloccato un cittadino che stava importunando i passanti: senza documenti, è stato fotosegnalato e denunciato a piede libero in quanto irregolare sul territorio italiano. L'11 giugno invece, agli operatori della Polizia locale ha notato un automarket che, a fine concerto, si era piazzato su area pubblica in viale Ghandi senza alcuna autorizzazione. Il venditore è stato identificato e sanzionato per oltre 5.000 euro. L'automarket è stato sequestrato insieme al suo contenuto: circa 1.500 bevande, 600 panini, circa 40 chili di salumi e carne, e 35 chili tra patatine fritte e verdure. Diversi dei prodotti alimentari sequestrati sono risultati essere scaduti di validità.

Infine, il 12 giugno, gli agenti hanno fermato una persona ricercata dalla Questura di Napoli. Riassumendo: 60 sequestri penali, 35 persone denunciate a piede libero; 2.000 articoli sequestrati a livello amministrativo per un ammontare di 210.000 euro di sanzioni. Nel diffondere il bilancio dell'attività, il Comune di Bologna sottolinea che "a riflettori spenti, emerge il grande lavoro svolto dalla Polizia locale per assicurare il minor disagio possibile alla città, tutelare l'incolumità degli spettatori e garantire la regolarità delle attività commerciali".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro