Faccia a faccia con il ladro: pensionata sotto choc in via Savioli a Bologna

I malviventi hanno cercato di entrare in casa tagliando le inferriate. La figlia della donna: "Erano fuori dalla finestra, pronti a fare irruzione". .

Furti in villa a Bologna: le inferriate già tagliate in via Savioli

Furti in villa a Bologna: le inferriate già tagliate in via Savioli

Bologna, 9 dicmebre 2023 – Faccia a faccia con il ladro. L’allarme dei furti in villa, in zona Murri, non accenna a calare. E anche l’altro pomeriggio, ignoti hanno tentato di entrare in un’abitazione di via Savioli, salvo poi fuggire nel buio, quando hanno capito che la casa presa di mira non era vuota.

"Mia madre era sola in casa – racconta la figlia della anziana padrona di casa, una signora di 82 anni –. Erano le 17,45, lei si trovava al piano di sotto, quando ha iniziato a sentire uno strano rumore. Non capiva cosa fosse, né da dove arrivasse... Ma era molto forte e continuato, così si è messa a cercare per casa, per capire cosa fosse a provocarlo".

La signora, che abita in una villetta su più piani, ha quindi iniziato a perlustrare la casa. Al piano di sotto, tutto tranquillo. La brutta sorpresa l’attendeva di sopra: "La mamma ha iniziato a guardare in tutte le stanze, finché non è entrata in una camera che ha una porta finestra che dà sul terrazzo. Non ha acceso la luce, ma si è avvicinata alla finestra e, scostando la tenda, ha visto un uomo di là dal vetro".

La signora ha fatto un urlo, il ladro, con un balzo all’indietro, è scomparso nel buio del giardino. "Quel rumore – spiega ancora la figlia della vittima – era il suono di un flessibile che tagliava l’inferriata a protezione della porta finestra: una protezione che abbiamo a tutte le finestre, in entrambi i piani e non certo leggera, ma bella robusta. Nonostante questo, l’hanno tagliata come il burro".

La pensionata, sotto choc, ha subito chiamato la figlia e la polizia. In via Savioli è intervenuto personale delle Volanti e della Scientifica, per i rilievi tesi a individuare eventuali tracce lasciate dal ladro e dai suoi complici. "Mamma era molto spaventata, non è riuscita a descrivere quell’uomo, dire se fosse travisato o se ci fossero altri ad aspettarlo. È stata una frazione di secondo ed era buio", spiega ancora la donna, che ha voluto condividere quanto accaduto perché "la nostra è una zona bersagliata dai furti. Ho chiesto alla polizia se queste persone possono tornare, perché adesso abbiamo anche molta paura. Mi hanno risposto che probabilmente sono già lontani, perché molte delle bande di ladri che operano qui da noi vengono da fuori. Comunque, è stato molto brutto. Queste notti è stato difficile prendere sonno".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro