Giulia e Chiara, l’atroce destino. Il dolore di due papà, una battaglia comune

Il padre della 15enne di Monteveglio assassinata dal ragazzino che le piaceva nel 2021 parteciperà ai funerali della 22enne di Vigonovo uccisa dall’ex fidanzato, in programma martedì 5 dicembre a Padova. Vincenzo Gualzetti ha lanciato una piattaforma web anti femminicidi e chiama a raccolta i parenti delle vittime

Bologna, 3 dicembre 2023 – Gli sguardi forse si incroceranno e loro riusciranno a incontrarsi e condividere un dolore troppo grande. Loro sono i papà di due giovani donne, uccise brutalmente dai ragazzi con cui avevano condiviso tanti momenti felici, Chiara Gualzetti e Giulia Cecchettin.

Ad annunciare la partecipazione ai funerali di quest’ultima, in programma martedì 5 dicembre alle 11 a Padova, infatti è stato Vincenzo Gualzetti, il padre di Chiara, assassinata a 15 anni dal ragazzino che le piaceva nel parco dietro casa, all’abbazia di Monteveglio il 27 giugno 2021. 

Il padre di Chiara Gualzetti (a sinistra) e quello di Giulia Cecchettin si incontreranno martedì a Padova ai funerali della 22enne
Il padre di Chiara Gualzetti (a sinistra) e quello di Giulia Cecchettin si incontreranno martedì a Padova ai funerali della 22enne

“Martedì andrò ai funerali di Giulia Cecchettin e lì spero di incontrare suo padre – ha detto Gualzetti -: capisco il suo dolore e lo rivivo sulla mia pelle, perché è tanto simile al mio, e mi piacerebbe creare un legame con lui e invitarlo ad aderire a una battaglia comune". La battaglia è quella relativa alla certezza della pena, ovvero che chi è stato condannato in via definitiva per omicidio pluriaggravato, è la proposta, trascorra in carcere tutti gli anni che gli sono stati comminati senza sconti.

Per questo Gualzetti ha lanciato la piattaforma web www.certezzadellapena.it, con l’obiettivo di raccogliere più adesioni possibili da parte di chi ha subito lo stesso atroce lutto di Vincenzo.

Ma con Gino, il padre di Giulia Cecchettin, la studentessa 22enne uccisa l’11 novembre scorso dall’ex fidanzato Filippo Turetta, “sono tantissimi i punti in comune”, come ha dichiarato Gualzetti che ha perso anche lui la moglie a seguito di una lunga malattia lo scorso luglio.

Tanto che vorrebbe incontrare quel padre che sta attraversando lo stesso dolore che lui sta affrontando da quel maledetto 27 giugno di due anni fa.

“Quando ho udito la notizia di sua figlia – ha detto ancora Gualzetti –, ho rivissuto il mio trauma: le ore d’attesa senza sapere cosa fosse stato di lei, la speranza, l’angoscia, il male. Ora mi resta la rabbia, è vero, ma anche la speranza di fare qualcosa di buono. Penso al centro giovanile in memoria di Chiara e alla piattaforma online”.

Proprio per condividere, oltre al dolore, anche la battaglia sulla certezza della pena Gualzetti ha pensato di incontrare Gino Cecchettin ai funerali della figlia che si svolgeranno martedì 5 dicembre alle 11 nella basilica di Santa Giustina in Prato della Valle dove verranno allestiti anche dei maxischermi all’esterno.

Per l’occasione è prevista la partecipazione delle maggiori autorità, a partire dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in una giornata di lutto per tutto il Veneto.

"Abbiamo scelto una chiesa grande affinché arrivi un messaggio di grande partecipazione, lo abbiamo voluto così perché arrivi questo messaggio” sono state le parole di Gino Cecchettin oggi riguardo ai funerali della figlia Giulia. “Sto preparando un messaggio scritto che leggerò quel giorno - ha aggiunto -. Non sono bravo con le parole, chiedetemi semmai di elettronica ... ma sto cercando di dire le cose al meglio”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro