Hera: "Troppi rifiuti, non ce la facevamo"

La multiutility risponde al residente che ha atteso tre mesi per il ritiro di un letto, un armadio e un materasso.

Hera: "Troppi rifiuti,  non ce la facevamo"

Hera: "Troppi rifiuti, non ce la facevamo"

Bologna, 31 agosto 2023 – "Ritiro effettuato". Ci sono voluti tre mesi, però. Due giorni fa, a Casalecchio, Marco Mazzetti ha visto liberare il fronte della sua abitazione di via Leopardi da un materasso, una rete a doghe e un mobile. Tutto smontato e appoggiato alla recinzione del condominio, segnalato con un cartello ‘ritiro Hera’, dal giorno precedente alla data indicata dallo stesso operatore incaricato del servizio: il 15 giugno. "Il 27 maggio avevo fatto richiesta ad Hera per un ritiro di rifiuti ingombranti. Ho avuto conferma per il ritiro il 16 giugno e la raccomandazione di esporli solo dopo le 22 -scrive Mazzetti al Carlino- Ho eseguito ma poi passavano i giorni e il ritiro non avveniva. Da allora ho fatto tre solleciti telefonici, sono andato all’ufficio Hera di Casalecchio, ho inviato una Pec e quindi un sollecito dal sito del Comune. Ogni volta la promessa di ritirare entro 48 ore, ma il materiale era sempre lì".

Approfondisci:

Acqua scura dai rubinetti, il sindaco diffida Hera

Acqua scura dai rubinetti, il sindaco diffida Hera

Martedì la svolta che Hera ha comunicato spiegando che "Più volte, compresi la settimana scorsa e oggi, l’azienda ha inviato proprie squadre di raccolta nella via indicata e ha raccolto ulteriori oggetti abbandonati dopo nuove segnalazioni ricevute da altri utenti, in quanto l’area è diventata un punto di abbandono da parte di soggetti che evidentemente non utilizzano i servizi messi gratuitamente a disposizione della cittadinanza". Detto questo Hera ringrazia il lettore "per il senso civico e precisa che il suo ritiro è già stato effettuato". Per poi aggiungere che riguardo il conferimento dei rifiuti che per le loro caratteristiche non possono entrare nei sacchi della raccolta porta a porta sono disponibili le stazioni ecologiche e il servizio di ritiro gratuito a domicilio: " Basta chiamare il numero verde 800.999.500 e fissare un appuntamento, oppure prenotare direttamente dall’app "Il Rifiutologo" che permette anche di inviare foto georeferenziate, ad esempio su cassonetti non funzionanti o abbandono di rifiuti, dando modo agli operatori dei servizi ambientali di Hera di intervenire rapidamente per ripristinare la situazione".

g.m.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro