In arrivo due nuovi studentati da 1.212 posti letto: dove e quanto costeranno

Bologna, ok alla riqualificazione del comparto ex Tre Stelle di via Rimesse e dell'immobile ex-Inps di via Gramsci. L’assessore Laudani: “Due interventi privati, 80 posti a prezzi calmierati”

Bologna, 28 novembre 2023 - Con l’ok della Giunta a due delibere, che ora passeranno al vaglio del Consiglio comunale, si costruisce un ulteriore tassello - o meglio, un ulteriore ‘mattone’ - del Piano per l’abitare. Nel dettaglio, si tratta dell'approvazione della richiesta di permesso di costruire per la riqualificazione edilizia del comparto ex Tre Stelle di via Rimesse, che ospiterà una struttura ricettiva a prevalente vocazione studentesca con 533 posti letto (di cui il 5% in convenzione), e dell'ok alla riqualificazione dell'immobile ex-Inps di via Gramsci nel quale saranno ospitati 679 posti letto (di cui 52 in convenzione).

Il rendering dei nuovi studentati e, nel tondo, l'assessore Laudani
Il rendering dei nuovi studentati e, nel tondo, l'assessore Laudani

Insieme, quindi, questi due interventi consentiranno di raggiungere un totale di 1.212 posti letto, di cui 80 in convenzione.

“Presentiamo oggi due interventi privati, che porteranno alla città più di 1200 nuovi posti letto per studenti: si tratta di due interventi importanti dal punto di vista della rigenerazione urbana e della riqualificazione, ma che rappresentano anche una risposta innovativa alle esigenze abitative degli universitari – conferma l’assessore all’urbanistica, Raffaele Laudani -. Complessivamente le due operazioni ci restituiscono ottanta posti letto convenzionati, quindi a prezzi calmierati, che saranno gestiti da Ergo: in questo modo daremo una reale riposta a quella fascia grigia di studenti, cioè quella fascia ‘intermedia’ che per reddito familiare non rientra nelle graduatorie Ergo ma che, allo stesso tempo, fa fatica a trovare collocazione nel mercato degli affitti – continua Laudani -. Siamo consapevoli che c’è bisogno di lavorare insieme ai privati: anche per questo, non siamo infatti contrari alla realizzazione di studentati privati in città, nemmeno a quelli di fascia alta, perché altrimenti quel segmento di studenti” economicamente più avvantaggiati “si ritroverebbe a competere con quelli che, invece, hanno meno possibilità”.

“Siamo convinti che sia necessario uno sforzo da parte di tutti per dare una risposta ai bisogni sociali – prosegue – il rischio, altrimenti, è quello di attrarre soltanto i talenti che hanno condizioni economiche vantaggiose e perdere per strada studenti ancora più talentuosi ma che, al contrario, hanno avuto un background familiare meno favorevole. Questa è la dimostrazione che si possono realizzare interventi privati di qualità e capaci di farsi carico anche dell’interesse pubblico e generale”.

Non solo. “Circa la metà delle residenze Ergo oggi presenti in città, sono da circa quaranta posti. Con questa operazione, è come se consegnassimo alla città un nuovo studentato di medio-grandi dimensioni”.

L’immobile ex Tre stelle: 400 euro a posto letto

Nel dettaglio, per quanto riguarda il comparto ex Tre Stelle, il progetto prevede la demolizione parziale del complesso esistente, mantenendo in essere gli edifici testimoniali, per la realizzazione di un nuovo fabbricato di otto piani fuori terra, adibito a struttura ricettiva a prevalente vocazione studentesca: 472 le stanze complessive, di cui 61 doppie e 411 singole per un totale di 533 posti letto. Di questi, 28 posti letti convenzionati (pari al 5% del totale) con un canone di locazione mensile pari a 400 euro a posto letto + iva con contratto di 11 mesi e una durata della convenzione di 12 anni. La proposta prevede inoltre la sistemazione esterna dell’area, la realizzazione e cessione delle dotazioni pubbliche a parcheggio e verde e la realizzazione di alcune opere extra comparto.

L’immobile ex Inps: 350/450 euro in camera doppia o singola

Per quanto invece riguarda l’immobile ex-Inps di via Gramsci, è previsto lo strip out completo per la riconfigurazione degli spazi, la realizzazione di nuovi collegamenti verticali, ammodernamento delle facciate e conseguente efficientamento energetico dell’edificio. Ben 679 i posti letto: 526 ad uso studentato, di cui 52 in convenzione (23 stanze doppie e 6 stanze singole per una durata di 30 anni) con canone di locazione mensile pari a 350 euro a posto letto in camera doppia, 450 euro posto letto in camera singola (Iva, utenze e servizi inclusi). I posti ad uso albergo short stayng saranno invece 152.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro