"Il nordic walking? Diverte e fa stare bene"

Mara Fullin ha scoperto la sua seconda passione agonistica dopo il basket: "E’ uno sport dove si cammina ma lo si fa intensamente"

"Il nordic walking? Diverte e fa stare bene"
"Il nordic walking? Diverte e fa stare bene"

Dodici anni di attività, di passione e di crescente coinvolgimento del territorio verso una disciplina in crescente diffusione. Per parlare di nordic walking a Cesena, bisogna partire da Mara Fullin, che da sola vale un pezzo di storia della pallacanestro femminile e che la mentalità della campionessa l’ha trasferita anche nella sua seconda passione sportiva.

Fullin, in inverno, si mettono i bastoncini in cantina?

"E perché mai? Il nordic walking è uno sport in tutto e per tutto, siamo affiliati alla Fidal e per chi ancora non masticasse bene la materia, serve essere chiari: si cammina, ma lo si fa intensamente, mettendo sotto pressione gambe e braccia, si suda, si genera calore. Il freddo non è certamente un limite. Come d’altra parte non lo è il suo opposto: che ne dite delle camminate all’alba o al tramonto in spiaggia d’estate?".

C’è da divertirsi.

"C’è da stare bene. E questo è il punto nevralgico. I lati positivi dello sport, sono tanti: si fanno amicizie, situazioni conviviali, benessere. Ma attenzione a non sottovalutare l’approccio. E’ vero che il nordic walking è un ottimo veicolo riabilitativo, ma fermarsi solo a questo sarebbe dequalificante. Lo praticano atleti, ci sono campionati, maschili e femminili, che prevedono percorsi di 10 chilometri da compiere utilizzando tanta tecnica, che si impara con lezioni specifiche".

Lei è tecnico sportivo di secondo livello, un maestro di nordic walking.

"Al mio fianco c’è uno staff competente e molto preparato, senza il quale i risultati raggiunti non sarebbero stati possibili". Le iniziative non mancano.

"Ne abbiamo portate a termine tante. Cito le edizioni della ‘cento giorni’, che prevede di uscire per una sessione di nordic walking una volta al giorno per 100 giorni consecutivi, indipendentemente da tutto. Ma c’è tanto altro, dalla partecipazioni a eventi in giro per l’Italia, all’organizzazione di ‘tappe’ cesenati. Nel 2024 Cesena ospiterà il Nordic Walking Camp, evento firmato dalla scuola italiana di nordic walking".

Altri obiettivi?

"Coinvolgere più giovani, far passare in maniera più chiara il concetto sportivo. Vorrei tanto allenare degli atleti da accompagnare nelle tappe del campionato nazionale".

La vostra disciplina fa bene. Anche alla comunità.

"Dopo l’alluvione abbiamo aperto un conto corrente nel quale abbiamo raccolto le donazioni da tutta Italia. Presto consegneremo i proventi".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su