I residenti: "Scala esterna, da chiudere"

I residenti:  "Scala esterna,  da chiudere"

I residenti: "Scala esterna, da chiudere"

"Sono anni che denunciamo disagi dovuti alla scalinata esterna che dovrebbe essere chiusa con una vetrata, per eliminare ogni problema. Invece, ogni volta, dall’Erap rispondono mettendoci una ‘toppa’ che non risolve niente per cui ci troviamo sempre punto e a capo": è quanto lamentano gli assegnatari degli alloggi della palazzina Erap di via Andrea Costa (zona Angeli) sbottati dopo l’ennesimo intervento tampone. "Ogni volta che segnaliamo un problema, ci sentiamo dire che se non ci sta bene dove stiamo, possiamo sempre andarcene. Ma che risposte sono? E’ vero che stiamo nelle case popolari, ma paghiamo regolarmente il canone, ci teniamo a tenerle in maniera decorosa e chiediamo rispetto". Il problema: "Sin da quando la palazzina è stata costruita, la tromba delle scale è stata lasciata aperta per cu, ogni volta che piove, entra acqua che finisce sui pianerottoli e, da lì, dentro gli appartamenti. Inoltre, le mattonelle delle scale sono da interni, non da esterni, per cui con la pioggia (e peggio ancora con la neve) diventano scivolose e insidiose ed è accaduto più volte che qualcuno sia scivolato rovinosamente". L’ascensore? "C’è, ma l’acqua piovana penetra anche dentro il vano dell’impianto di risalita per cui non lo abbiamo mai utilizzato. Non ci fidiamo". Ogni problema viene segnalato e "intervengono mettendoci delle toppe: per evitare gli allagamenti degli alloggi, hanno messo delle soglie leggermente rialzate che non risolvono il problema, tant’è che la scorsa settimana, sono dovuti tornare per metterci un’altra ‘toppa’: hanno realizzato una piccola griglia in fondo alla rampa di scale in cui far confluire l’acqua piovana (evitando che penetri negli alloggi), collegata a un tubo posticcio esterno che sbuca sopra al balcone del piano inferiore, per cui l’acqua, a cascata, finisce proprio lì". Marisa Colibazzi