Tentata rapina al supermercato, malviventi messi in fuga

Avevano riempito gli zaini di merce, ma il direttore li ha bloccati. Sono riusciti a scappare, la polizia li cerca

Fermo, 5 dicembre 2023 – Si sono introdotti nel supermercato e hanno riempito gli zaini di merce, poi hanno tentato di forzare la barriera della cassa con il bottino. I malviventi, un uomo e due donne, hanno dovuto però fare i conti con il direttore dell’esercizio commerciale che ha avuto una pronta reazione e, dopo una colluttazione, li ha messi in fuga.

La polizia è sulle tracce dei malviventi che ieri hanno tentato di fare il colpo in un supermercato
La polizia è sulle tracce dei malviventi che ieri hanno tentato di fare il colpo in un supermercato

La tentata rapina è stata consumata oggi nel tardo pomeriggio ai danni del supermercato Conad, nei pressi di piazza Gaslini. Erano da poco passate le 19,30 quando l’uomo e le due donne sono entrati a volto scoperto nei locali dell’esercizio commerciale, con l’intento di impossessarsi della merce presente. Con fare fulmineo hanno riempito gli zaini che avevano con loro di merce e, convinti di cogliere di sorpresa il personale, si sono diretti alla cassa.

I tre, però, sono stati notati dal proprietario, che gli si è parato davanti per impedire che i malviventi fuggissero con la refurtiva. Mentre teneva fermi i tre alla cassa, il titolare del supermercato ha allertato la polizia. In quel momento è stato aggredito dall’uomo e ne è nata una colluttazione, durante la quale le due donne sono riuscite a fuggire e a raggiungere un furgone parcheggiato poco distante. Il proprietario è riuscito a mettere in fuga anche l’uomo con cui ha avuto lo scontro recuperando anche la refurtiva. I tre rapinatori, però, sono riusciti a fuggire a tutta velocità a bordo del furgone, facendo perdere le loro tracce.

Sul posto sono subito intervenuti gli agenti della squadra volanti della questura, che hanno fanno scattare la caccia ai malviventi, che sarebbero stati riconosciuti come tre vecchie conoscenze delle forze dell’ordine che gravitano nel territorio. Uno dei presenti è riuscito a prendere il numero di targa del mezzo che risulta intestato ad un romeno domiciliato a Porto Sant’Elpidio.