Dalle armi alla casema. Il futuro del corpo

La giunta ha intrapreso un percorso di riforma del corpo di polizia locale: armi, nuova caserma e quarto turno. Obiettivi raggiunti con polemiche politiche e sindacali. La nuova caserma moderna e attrezzata è stata inaugurata nel 2023. La sfida del quarto turno sembra essere stata centrata.

Dalle armi alla casema. Il futuro del corpo
Dalle armi alla casema. Il futuro del corpo

Erano principalmente tre i capisaldi della giunta nel percorso di riforma del corpo di polizia locale. Primo, le armi. Secondo, la nuova caserma. Terzo, il quarto turno. L’introduzione delle pistole d’ordinanza è stato il primo obiettivo a essere raggiunto, pur tra le polemiche sia sul fronte politico che su quello sindacale. Il 2023 è stato invece l’anno della nuova caserma di via Tassoni, nata dalle ceneri di una parte dell’ex Palaspecchi. Una struttura moderna e dotata di tutte le attrezzature necessarie all’attività di polizia. L’ultima sfida è quella del quarto turno che, a pochi mesi dalla fine del mandato, la giunta e il vicesindaco Nicola Lodi sembrano sul punto di centrare.