Oggi le prove con fantini e cavalli Pronta la copertura in caso di pioggia

Ieri le verifiche tecniche delle luci in piazza, venerdì la rituale cena propiziatoria delle contrade. Il presidente Borsetti: "Pronti a mettere il vestito da sera e attrezzati nel caso il meteo non sia ideale".

Oggi le prove con fantini e cavalli  Pronta la copertura in caso di pioggia
Oggi le prove con fantini e cavalli Pronta la copertura in caso di pioggia

"Siamo pronti a mettere l’abito da sera". Con questa metafora il presidente del Palio Nicola Borsetti lascia intendere come questa sia una vigilia molto attesa, per le tante novità che questa edizione propone.

"Ieri si sono svolte le prove tecniche, ovvero la verifica delle luci e dell’intensità dei fari – continua Borsetti –, mentre oggi e domani proveremo le condizioni di gara per fantini e animali, che si misureranno per la prima volta con una gara in notturna in Piazza Ariostea".

L’auspicio è il solito, di questi tempi: "Speriamo di essere agevolati dal meteo, anche dal punto di vista delle temperature del terreno, che devono essere quelle ideali per correre. Abbiamo già predisposto, al minimo accenno di pioggia, una copertura immediata della pista, ma speriamo comunque che non ce ne sia bisogno".

Il programma prevede poi, la sera del venerdì, le cene propiziatorie delle contrade dalle 20, che riceveranno la visita dello stesso Nicola Borsetti e di Nicola Lodi, vicesindaco con delega al Palio.

L’antipasto di un sabato tutto da vivere, ben prima dell’inizio delle gare, previsto per le 21.

IL PROGRAMMA

Stasera dicevamo, alle 21, prima prova obbligatoria dei cavalli con canapo, seguita alle 21,15 dalla seconda prova.

Domani alle 20,45 toccherà alle asine e dalle 21 ancora ai cavalli.

Il giorno della gara, dalle 19, da piazza Castello partenza del corteo storico per piazza Ariostea, Castello Estense, Corso Ercole I d’Este, Corso Porta Mare e Piazza Ariostea.

L’ordine di sfilata sarà il seguente: Corte Ducale, Rione Santa Maria in Vado, Rione San Benedetto, Rione San Paolo, Borgo San Giorgio, Borgo San Giovanni, Borgo San Luca, Rione Santo Spirito, Borgo San Giacomo.

L’ARRIVO IN PIAZZA

In Piazza Ariostea entra per prima la Corte, che poi salirà sul palco posto al centro della piazza, quindi tutte le Contrade, seguendo l’ordine di sfilata, percorrono un giro di piazza Ariostea in senso antiorario entrando da zona Porta Mare, svolgendo coreografie in movimento.

Il vessillo De Domo Este, sfilerà con la Contrada detentrice (Borgo San Giacomo) e verrà consegnato alla Corte Ducale durante il corteo; sempre durante il corteo verrà consegnato il premio “Nino Franco Visentini”, per il miglior corteo, giudicato da giuria esperta nell’ambito del Magnifico Corteo. Contemporaneamente all’uscita dell’ultima Contrada, il “Gruppo Unico” formato da sbandieratori e musici si schiera lungo l’anello della piazza in attesa che l’araldo dia lettura dell’Editto di apertura delle gare 2023; quindi il citato “Gruppo Unico” effettua la propria coreografia. Infine, l’araldo chiama i concorrenti per la disputa dei Palii.

m. p.