Stop all’inquinamento Ageste raccoglie cinquecento tonnellate di gomme fuori uso

La cooperativa ha raccolto gli pneumatici da oltre cento attività. L’obiettivo è contrastare discariche abusive e abbandoni selvaggi. Previati: "Sistema di riciclo, un caso di eccellenza a livello nazionale".

Stop all’inquinamento  Ageste raccoglie  cinquecento tonnellate  di gomme fuori uso
Stop all’inquinamento Ageste raccoglie cinquecento tonnellate di gomme fuori uso

Quando le gomme delle nostre auto arrivano al fine vita, il contributo ambientale che paghiamo per liberarcene – lo troviamo sullo scontrino o in fattura – ha lo scopo di smaltire Gli pneumatici in modo rispettoso per l’ambiente. La tassa smaltimento Pfu (pneumatici fuori uso) è stata introdotta e resa obbligatoria per legge dal settembre 2011. Questa ‘eco normativa’ punta a ridurre al minimo lo smaltimento illegale di pneumatici e a diminuire quindi i danni ambientali dovuti a discariche abusive o combustione degli stessi. La cooperativa Ageste (appartenente al sistema di Confcooperative Ferrara) da oltre 10 anni, per conto del Consorzio Ciclat ritira i Pfu (pneumatici fuori uso) considerati rifiuti a tutti gli effetti, da oltre cento gommisti in tutta la provincia di Ferrara, dalla costa a Cento. Nei primi sei mesi sono state raccolte gomme per oltre 500 tonnellate, con una previsione di superare le mille tonnellate nel 2023. Rifiuti che saranno poi frantumati e trasportati nei centri raccolta e selezione. Con la gomma riciclata da Pfu si realizzano innovativi prodotti ecosostenibili, che trovano applicazione in settori anche molto diversi tra loro. "Contribuire, con il nostro lavoro, alla riduzione della pressione sull’ambiente è importante per ricordare che non siamo solo enti economici, ma anche attori sociali che si occupano del territorio e delle comunità che abitiamo" dice Pietro Previati, il responsabile del servizio Pfu di Ageste.

Nel 2022 il Consorzio nazionale Ecopneus ha raccolto il 119% del proprio target di legge, andando incontro al mandato ministeriale del +20% richiesto. Complessivamente nel 2022 ha esaudito oltre 80mila richieste di prelievo dei pneumatici fuori uso presso oltre 27.500 gommisti, stazioni di servizio e autofficine in tutte le province italiane. "Il sistema di riciclo dei Pfu – prosegue – rappresenta un caso di eccellenza nel panorama nazionale che negli anni ha portato un beneficio concreto alla collettività e all’ambiente promuovendo con forza un sempre maggiore l’impiego della gomma riciclata in tante applicazioni utili nella vita quotidiana. La gomma che si ottiene dal riciclo Pfu è infatti un materiale prezioso ed ampiamente utilizzato in tutto il mondo per la realizzazione di superfici sportive, campi da calcio, per asfalti silenziosi, sicuri e duraturi, isolanti acustici, arredi urbani o impiegata per il recupero energetico".

Al momento della sua costituzione nel 1996 e nei primi anni successivi, Ageste si connotò come una impresa di pulizie. Nel corso degli anni la cooperativa – con la presidenza di Paola Pesci – ha sviluppato progressivamente, al suo interno, professionalità e tecnologie più specifiche, che hanno permesso di acquisire importanti clienti sia nel settore pubblico che in quello privato. Oggi Ageste è una delle maggiori imprese qualificate che operano nel territorio emiliano con un organico che supera i quattrocento addetti e uno staff tecnico specializzato e competente in grado di progettare e gestire servizi integrati.