Alpini e non solo attorno al fuoco: "Grazie a tutte le associazioni"

Si chiude oggi in piazza del Buonincontro il ‘fog ‘d Nadel’: nuova linfa dopo 40 anni di storia.

Alpini e non solo attorno al fuoco: "Grazie a tutte le associazioni"

Foto di gruppo dei volontari delle associazioni attorno al fuoco delle penne nere: oggi il gran finale

Una tradizione che a Castrocaro si rinnova da quasi 40 nni e che in occasione delle ultime feste ha trovato nuova linfa, riscuotendo un successo superiore a ogni aspettativa. Il ‘fog ‘d Nadel’ che dalla notte del 24 dicembre riscalda le serate termali, ha richiamato tantissime persone nel cuore cittadino di piazza del Buonincontro. Gente felice di ritrovarsi a vivere un allegro momento di convivialità nella magica atmosfera del Natale. Come sempre, a rinfocolare la fiamma tremula che allunga l’ombra su Palazzo Piancastelli e sul vicino Grand Hotel, i volontari del locale Gruppo Alpini ‘Carlo Bandini’, guidati dall’infaticabile Daniele Valentini. "Quest’anno è andato tutto alla grande – spiega il leader delle penne nere alla vigilia del gran finale –. Dopo Covid e alluvione, si avvertiva ancora maggiormente il desiderio di tenere unito il paese. Tra lo scambio di due battute e un bicchiere di brulè". Valentini indica tra i motivi del successo la proverbiale unione che fa la forza. "Bisogna dare merito alle associazioni che quest’anno hanno collaborato alla riuscita: la Pro loco di Castrocaro, l’associazione Corri Forrest e il consorzio di promozione turistica Castrumcari". Giovani e meno giovani carichi di entusiasmo contagioso, percepibile nella foga gioiosa con cui alimentano il fuoco, distribuiscono vino bollente e piatti dal profumo invitante, scambiano sorrisi e battute. Una sinergia che ha permesso di allestire un cartellone ricchissimo di eventi, con protagonisti oltre ai castrocaresi, tanti ospiti, gruppi di podisti e ciclisti, convenuti a rifocillarsi dopo gli sforzi atletici. A scaldare gli animi hanno contribuito i concerti della Compagnia del Sole e dell’Acqua e del gruppo Valmontone, l’esibizione dei Pasqualotti, la gara dei ciccioli, i tanti giochi e i laboratori organizzati per i bimbi, colti d’incanto dall’arrivo di babbo Natale. Reazioni gioiose che oggi pomeriggio si rinnoveranno all’atterraggio della scopa della befana. Significativo, ieri, l’appuntamento con ‘Poparty on ice’, con la partecipazione dei ragazzi di Sappada e del gruppo Kalipé. Questa sera la chiusura. "Vorrei ringraziare le Terme che ci hanno concesso l’uso della piazza. Cercheremo di mantenere la consuetudine nel limite delle nostre possibilità conclude Valentini –, seguiti ancora una volta da chi ci vuole bene".

Francesca Miccoli