Dalla lotteria agli aiuti per il volontariato. Ecco quasi 40mila euro alle associazioni

Premi speciali (1.500 euro) alle realtà con i progetti più innovativi: L’Accoglienza, Welcome, Paolo Babini, Kara Bobowski e fondo carcere

Dalla lotteria agli aiuti per il volontariato. Ecco quasi 40mila euro alle associazioni
Dalla lotteria agli aiuti per il volontariato. Ecco quasi 40mila euro alle associazioni

Si è svolta ieri mattina in Comune la consegna ufficiale dei contributi ai progetti vincenti della 23ª edizione della Lotteria della solidarietà, evento di raccolta fondi promossa dall’associazione Amici di don Dario, insieme al Consorzio di solidarietà sociale e in collaborazione con VolontaRomagna. Hanno partecipato alla premiazione, oltre ai promotori dell’iniziativa, il vescovo Livio Corazza, l’assessora al welfare Barbara Rossi (Forlì) e Carmelina Labruzzo (Cesena; per il Comune co-capoluogo c’era anche l’assessore alla cultura Carlo Verona). Sono intervenuti anche Maurizia Squarzi, consigliera della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Gianni Lombardi vicepresidente della Bcc, e alcune delle aziende sponsor che hanno fornito i premi.

L’iniziativa ha re-distribuito al terzo settore locale 38.829 euro, di cui 7.500 assegnati agli enti che si sono contraddistinti per la proposta di idee innovative e solidali. Cinque le associazioni premiate, tra queste, la cooperativa sociale L’Accoglienza (viale dell’Appennino), con una donazione di 2mila euro, per il progetto ‘Casa Luciana’. "L’iniziativa – spiega Giulia Grimaldi, referente dell’organizzazione – accoglie persone in difficoltà ma con alti livelli di autonomia, in grado di sperimentare una vita indipendente. Con il contributo ricevuto si potrà dotare l’appartamento di alcuni arredi e strumentazioni necessari per renderlo più fruibile".

La seconda realtà sostenuta grazie ai fondi raccolti dalla lotteria è l’associazione Welcome (corso Diaz), con una donazione di 1.500 euro, per il progetto ‘Crescere in comunità’. "Il proposito – dichiara Adele Pagnotta, responsabile dell’iniziativa – è quello di avviare processi di inclusione per minori con background migratorio, valorizzandone le differenze sociali". Altri 1.500 euro sono stati, invece, consegnati alla cooperativa sociale Paolo Babini di Forlì per ‘I maltagliati’. "Il percorso si configura come una piccola filiera – sottolinea Nicola Proscia, coordinatore del progetto – che parte da un laboratorio professionalizzante dove le persone in difficoltà imparano a produrre pasta fresca fatta a mano e altri cibi della tradizione con l’obiettivo di venderli nel nostro chiosco Piada52 nel parco di via Dragoni".

Il quarto contributo di mille euro, è andato a ‘Terra e natura: torniamo all’aria aperta’ della cooperativa sociale Kara Bobowski di Modigliana. "L’obiettivo è quello di ripristinare un terreno di nostra proprietà – spiega Simona Carloni, referente dell’associazione –, gravemente danneggiato dall’alluvione, per svolgere attività nella natura per persone fragili". Infine, come di consueto sono stati destinati 1.500 euro al ‘fondo carcere’ gestito da don Enzo Zannoni, cappellano della Casa circondariale di Forlì. "Grazie a queste risorse – spiega Zannoni – possiamo dare un sostegno alle persone in difficoltà ma il vero valore aggiunto è che col tempo si instaurano anche legami di amicizia".

L’incontro si è concluso con l’intervento del vescovo di Forlì-Bertinoro Livio Corazza: "La lotteria è straordinaria perché aiuta concretamente le persone bisognose e allo stesso tempo diffonde la cultura della solidarietà e del volontariato".

Valentina Paiano