Galeata, patto per la videosorveglianza

Fmi, forte della propria esperienza a Forlì e in altri Comuni, curerà il progetto di fattibilità del sistema di ‘occhi elettronici’

Galeata, patto per la videosorveglianza

Galeata, patto per la videosorveglianza

Forlì Multiservizi Integrati (Fmi), ha consegnato al Comune di Galeata un progetto di fattibilità per la realizzazione di un sistema di videosorveglianza al servizio del paese. Sono 15 le ottiche previste, per una spesa complessiva preventivata di circa 75mila euro.

Il progetto è candidato a un bando del ministero dell’Interno per il suo cofinanziamento. Il tempo di realizzazione stimato, nel caso di esito positivo della partecipazione al bando, è di circa un anno e mezzo. Si tratta di un sistema che sarà di proprietà del Comune, con la gestione tecnica e la cura della necessaria manutenzione affidata alla stessa Fmi.

L’approfondimento delle caratteristiche del progetto e degli interventi che saranno necessari, è stato oggetto di un recente incontro in Comune a Galeata, tra il sindaco Francesca Pondini e l’amministratore unico di Fmi, Vincenzo Bongiorno. Nello specifico la fruizione delle immagini delle telecamere sarà a disposizione in tempo reale delle Centrali operative della questura di Forlì, del comando provinciale dei carabinieri e della polizia locale dell’Unione dei Comuni e, nel rispetto di quanto stabilito dal Garante, saranno escluse tutte le tecnologie invasive della privacy.

"La progettazione di Fmi – commenta il sindaco Pondini – è avvenuta con grande rapidità e al contempo con grande professionalità. Per un piccolo Comune come il nostro è un aiuto tecnico fondamentale per pensare a opere come questa. Ringrazio quindi i tecnici di Fmi e quelli del nostro Comune per il lavoro svolto in sinergia nella progettazione. Si tratta di un nuovo sistema che vogliamo realizzare poiché aumenterà notevolmente il controllo del territorio e la sicurezza reale dei cittadini".

A Galeata come in molti altri Comuni esistono già dei sistemi di videosorveglianza, spesso obsoleti da un punto di vista tecnico o , in molti casi, poco utilizzati con costanza periodica.

Bongiorno a sua volta aggiunge: "Sul versante videosorveglianza Fmi ha di fatto un ruolo tecnico di coordinamento del territorio, essendo la società che ha curato la progettazione, l’installazione e che cura la manutenzione di tutte le telecamere a Forlì e di moltissime altre già presenti nei Comuni più piccoli. Con Galeata, che ringraziamo per la fiducia accordata, si andrà ad aggiungere un tassello importante. Mi associo ai ringraziamenti del sindaco per il lavoro svolto dai tecnici di Fmi e del Comune. Il ruolo strategico di Fmi – conclude Bongiorno – consiste nel fatto di lavorare a un sistema integrato tra le telecamere dei vari Comuni, mettendole così tutte contemporaneamente al servizio delle forze dell’ordine e delle polizia locale".