I ritratti di Antonella Elleri da Forlì al Miit di Torino

Opere dell’artista autodidatta in concorso al prestigioso museo d’arte moderna, rassegna in cui già l’anno scorso aveva centrato il terzo posto.

I ritratti di Antonella Elleri da Forlì al Miit di Torino
I ritratti di Antonella Elleri da Forlì al Miit di Torino

Ha cominciato quasi per caso, durante il lockdown, con l’intento di abbellire una palestra improvvisata che aveva allestito in garage e ora, a pochi anni dal suo esordio nel mondo dell’arte (disegno e pittura), la forlivese Antonella Elleri vede ben due sue opere esposte al prestigioso Miit, Museo Internazionale Italia Arte di Torino. E non è la prima volta.

"La mostra – spiega la Elleri – arriva nel contesto del concorso ‘Arte sul Po’, promosso dalla società B.M e fra tutti i quadri inviati dagli artisti da tutta Italia ne vengono scelti circa una ventina, opere che appunto vengono esposte in questa mostra". Un’esposizione appena iniziata e che si concluderà il 15 febbraio. L’anno scorso, con ‘Monocle’, la Elleri si è persino aggiudicata il terzo premio assoluto, "ma in realtà già solo arrivare nei corridoi del museo torinese di arte moderna con un mio disegno – dice – è stato un traguardo meraviglioso, al di là del podio finale".

I due quadri che attualmente si trovano a Torino, a differenza dei primi lavori in cui la Elleri prediligeva la tecnica del bianco e nero, sono coloratissimi e vivaci, eppure emanano suggestioni piuttosto malinconiche: ritraggono con grande realismo due artisti di strada i cui volti pallidi e segnati emergono con un forte contrasto da un vortice di vesti variopinte. A colpire, in particolare, sono gli occhi vividi e sgranati dei due clown che incontrano quelli dell’osservatore in uno scambio di storie ed emozioni che, grazie alla magia dell’arte, diventa reciproco. Un effetto attrattivo che colpisce gran parte di coloro che ammirano le opere di Antonella.

"Questi bei traguardi inattesi che sto raggiungendo – commenta l’artista – rappresentano per me una grande soddisfazione, ma anche una grande sfida: ogni giorno mi piace esercitarmi e studiare per migliorare ancora la mia tecnica". Cinque quadri di Antonella Elleri, sempre grazie a un concorso d’arte, nei mesi scorsi sono arrivati fino a Parigi, ma non è impossibile ammirarele sue opere anche in città: è prossima fra l’altro la sua partecipazione con alcuni lavori a Vernice Art Fair alla Fiera di Forlì dal 15 al 17 marzo.

Sofia Nardi