Il giorno del Ricordo. Due manifestazioni per le foibe

Omaggio istituzionale nella via intitolata ai Martiri. Delegazione di Fratelli d’Italia presso i giardini Orselli

Il giorno del Ricordo. Due manifestazioni per le foibe
Il giorno del Ricordo. Due manifestazioni per le foibe

Due manifestazioni hanno celebrato, ieri in città, il Giorno del Ricordo, istituito per commemorare gli italiani uccisi nelle foibe durante la Seconda Guerra mondiale, nelle zone (già italiane) di Istria, Fiume e Dalmazia. Il sindaco Gian Luca Zattini, con il prefetto Rinaldo Argentieri e il vescovo Livio Corazza, sono stati tra i protagonisti del momento istituzionale nella via dedicata appunto ai Martiri delle Foibe.

Secondo momento con una delegazione di Fratelli d’Italia presso i giardini Orselli, dove si trova una targa commemorativa. C’erano i consiglieri comunali Emanuela Bassi (capogruppo) e Fabrizio Ragni, il coordinatore Vincenzo Bongiorno e i militanti Alberto Carella e Giuseppe Fusillo. "È doveroso – afferma il parto in una nota – ricordare questa pagina così dolorosa della nostra storia, con diverse migliaia di nostri connazionali trucidati dai comunisti del maresciallo Tito. Per decenni tale tragedia è stata volutamente nascosta, dimenticata, con l’intento di cancellarla".