’La voce delle donne’: torna il concorso

Sono aperte fino al 15 aprile le iscrizioni all’agone letterario al femminile, promosso dall’associazione castrocarese nata nel 2003

’La voce delle donne’: torna il concorso
’La voce delle donne’: torna il concorso

Torna ‘La voce delle donne’, concorso letterario al femminile, promosso dall’associazione socio culturale castrocarese voceDonna. L’iniziativa, giunta all’ottava edizione, prevede anche quest’anno due diverse sezioni di partecipazione ovvero poesia e racconto breve.

Ogni autrice può iscriversi a entrambe le sezioni inviando un testo inedito in lingua italiana via mail a vocedonna1@gmail.com entro il 15 aprile.

Per l’agone in versi, dovranno essere presentati tre elaborati mentre il testo in prosa non dovrà essere superiore a 5 pagine scritte con carattere 12 (sono ammesse eccezioni per eccedenze non superiori a qualche riga). La partecipazione al concorso, intitolato alle tre socie onorarie del sodalizio Rita Levi Montalcini, Iris Versari e Giovanna Monti, è gratuita.

La giuria individuerà una rosa di tre finaliste per ogni sezione, premiate con la consegna di un attestato e la pubblicazione dell’opera sul taccuino di voceDonna. I nomi delle vincitrici saranno annunciati nel corso del tradizionale incontro ‘Inchiostrodonna’, in programma a metà giugno nel territorio comunale di Castrocaro Terme e Terra del Sole.

L’evento, che taglia il traguardo della XII edizione, rappresenta un altro fiore all’occhiello dell’associazione: ogni anno, agli albori dell’estate, donne appassionate di scrittura si danno appuntamento per trascorrere una giornata conviviale all’insegna della letteratura e dell’arte in rosa. VoceDonna è stata costituita nel 2003 da un gruppo di amiche di lunga data, atlete della squadra di pallavolo castrocarese Sei di picche. In oltre vent’anni di attività il sodalizio si è battuto per dar voce alla dignità e ai diritti della persona, specie quelli delle donne e dei bambini.

A tal fine ha sostenuto e sostiene la lotta contro ogni forma di violenza psicologica, economica, fisica e sessuale organizzando incontri, seminari e manifestazioni; l’associazione ha inoltre partecipato alla costituzione del Tavolo permanente delle associazioni contro la violenza alle donne di Forlì e della consulta laica forlivese. Tra le tante iniziative, adozioni a distanza, l’istituzione di un corso d’italiano gratuito per migranti, l’organizzazione di incontri con donne di diversa cultura per uno scambio e una valorizzazione dei saperi. Per info, consultare www.sguardididonna.it, pagine facebook dell’associazione.

Francesca Miccoli