Linea internet in tilt, Tredozio protesta

La sindaca Vietina dice basta: "Un po’ di pioggia o di vento e salta tutto, da venerdì nuova interruzione. E non si trova chi intervenga"

Linea internet in tilt, Tredozio protesta
Linea internet in tilt, Tredozio protesta

"Appena si verificano situazioni meteo avverse, ovvero ogni volta che piove o tira vento forte, Tredozio resta senza i collegamenti internet, come è avvenuto venerdì". A denunciare il disservizio è la sindaca Simona Vietina, che aggiunge: "Sono due giorni che cerco di mettermi in collegamento con qualcuno per questo problema, ma nessuno risponde. Questa è una situazione che non possiamo più sopportare, specialmente nella grave situazione in cui ci troviamo, con alluvione, frane e da settembre anche il terremoto".

Nel 2023 la Società Open Fiber ha installato la fibra. "Ma – racconta la prima cittadina Vietina – sono rimasti ancora tratti di linea provvisoria. Quindi è urgente intervenire al più presto per realizzare una linea efficace e definitiva". Aggiunge la sindaca Vietina: "A maggio abbiamo dovuto affrontare l’alluvione, le frane e poi l’isolamento del paese per alcune settimane. Poi a settembre si è abbattuto su Tredozio il terremoto, con tutte le gravi conseguenze che conosciamo. Siamo ora in piena fase per organizzare la ricostruzione e quindi non possiamo combattere anche con certi disservizi, come la mancanza dei collegamenti internet. Infatti, con questi collegamenti lavorano le aziende, le famiglie e le persone in smart working".

La sindaca lamenta che nessuno risponde alle sue chiamate per segnalare il disservizio e e far sì che quindi si possa "provvedere immediatamente". Commenta la sindaca: "Il disservizio della fibra, che si verifica spesso anche durante i weekend, contribuisce ad aumentare nei cittadini e nella nostra comunità, così colpita dalle ultime avversità, il senso di instabilità e incertezza, tanto da favorire lo spopolamento della montagna verso i luoghi di pianura. Ma per evitare lo spopolamento noi cerchiamo di fare di tutto anche per quanto riguarda la ricostruzione del dopo terremoto".

A questo proposito la sindaca ricorda l’impegno di tutti per trasferire al più presto le scuole in moduli da installare davanti al palazzetto dello sport (al cui interno si trovano ora), per riaprire il municipio nelle casette di legno in piazza XXV Aprile, insieme a varie attività sociali ed economiche, e per ripartire con la messa in sicurezza degli immobili pubblici e le case private.

Conclude la sindaca Vietina: "In questa grave e complessa situazione, almeno internet deve funzionare e non possiamo tollerare che la fibra sia interrotta giorni e giorni per una folata di vento o uno scroscio di pioggia".