Ritorna Figliuolo. Da Meldola a Galeata per l’emergenza frane. Attesa per la Bidentina

Il commissario incontrerà domattina i sindaci della vallata. Previsti sopralluoghi a Teodorano, Civitella, Sant’Ellero e Pianetto. In base alle risorse, si potrebbe costruire un viadotto.

Ritorna Figliuolo. Da Meldola a Galeata per l’emergenza frane. Attesa per la Bidentina

Ritorna Figliuolo. Da Meldola a Galeata per l’emergenza frane. Attesa per la Bidentina

Torna domattina nel Forlivese il commissario all’emergenza alluvione Francesco Paolo Figliuolo. L’appuntamento è nella valle del Bidente: il generale è atteso fin dalle 8.50 per un incontro tecnico in municipio a Meldola alla presenza del presidente della Provincia di Forlì-Cesena Enzo Lattuca e dei sindaci di Meldola Roberto Cavallucci, di Civitella Claudio Milandri, di Galeata Francesca Pondini e di Santa Sofia Daniele Valbonesi. Alle 9.50 Figliuolo incontrerà la stampa e, a seguire, nel resto della mattinata effettuerà un sopralluogo nei luoghi del dissesto, accompagnato dalla vicepresidente della Regione Emilia Romagna Irene Priolo (sua la delega alla Protezione Civile), dai sindaci e dagli staff tecnici dei comuni del Bidente.

"Nell’incontro a porte chiuse – precisa Daniele Valbonesi, che è anche consigliere provinciale delegato alla viabilità per il Forlivese – faremo il punto sulle risorse stanziate per la somma urgenza post alluvione e rendicontate, oltre a verificare lo stato dei progetti di messa in sicurezza in Val Bidente sia da un punto di vista tecnico che per gli aspetti amministrativi. Al commissario chiederemo su quanto personale tecnico e amministrativo potrà contare l’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, per far fronte alle pratiche e ai progetti". Valbonesi guarda al 2024, "l’anno in cui si deve concretizzare l’avvio dei numerosi cantieri, in particolare di quelli che superano i 500mila euro. Per questi, il commissario ha deciso di utilizzare società tecniche convenzionate per accelerare l’iter, aiutando così i piccoli comuni". Non mancherà neppure il confronto sugli aspetti contenuti nella ordinanze 11 e 14 per i rimborsi alle famiglie e alle imprese attraverso la piattaforma Sfinge.

A Meldola il sopralluogo riguarderà la strada provinciale 48 di Teodorano, ovvero il ponte sul torrente Voltre: un progetto corposo e complesso. Invece a Civitella ci sarà solo l’imbarazzo della scelta visto che tutta la rete comunale è stata colpita e sconvolta dalle frane, in particolare l’area di Seggio-Montevecchio, oltre ai territori sulla sponda orografica sinistra del Bidente. Infine Figliuolo raggiungerà Galeata, dove verificherà prima la situazione della frana sulla strada comunale per Sant’Ellero a ridosso del polo scolastico e naturalmente poi la frana di Pianetto lungo la Bidentina.

Per questa, Figliuolo ha già messo a disposizione 2 milioni di euro per la sua messa in sicurezza. La progettazione da parte del Servizio infrastrutture viarie della Provincia è già iniziato, ma resta da capire se la scelta finale sarà un intervento conservativo a monte e a valle della carreggiata o puntare invece a una variante migliorativa a valle, con un viadotto in grado di garantire la circolazione quotidiana di centinaia di mezzi pesanti e di migliaia di veicoli. Dipenderà dalle risorse a disposizione.