Saffi, gratis ’Perfect Days’ per 10 lettori

In sala il nuovo film di Wim Wenders, già premiato a Cannes e in corsa per gli Oscar. Resta anche ’Foglie al vento’ di Aki Kaurismäki

Saffi, gratis ’Perfect Days’ per 10 lettori
Saffi, gratis ’Perfect Days’ per 10 lettori

Un biglietto in omaggio ai primi dieci lettori che consegneranno questa pagina alla cassa del cinema Saffi a partire dalle 20.30. In programmazione arriva Perfect Days. L’ultimo film diretto dal regista tedesco Wim Wenders, pluripremiato autore de ’Il cielo sopra Berlino’ è candidato agli Oscar 2024 ed ha ottenuto un riconoscimento al Festival di Cannes per la miglior interpretazione maschile. racconta la storia di Hirayama (Koji Yakusho), un uomo di poche parole, umile ma sereno, che lavora come addetto alle pulizie dei bagni pubblici di Tokyo. Hirayama vive in una piccola casa, circondato da piante, e segue un’assidua e tranquilla routine, che gli permette di coltivare le sue vere passioni: la musica, i libri, la fotografia e gli alberi.

Il suo quartiere è pieno di piccoli caffè, frequentati sempre dalle stesse persone ogni giorno, di librerie, che vendono principalmente opere di Patricia Highsmith o romanzi di giovani scrittori giapponesi contemporanei. Hirayama ogni giorno, infallibilmente, si reca a lavoro con il suo minivan, perfettamente equipaggiato di ogni attrezzo per pulire, mentre nelle sue orecchie risuonano i testi dei Rolling Stones, di Patti Smith o di Lou Reed che lo portano altrove. Attraverso quello che ascolta o legge e le foto che scatta, vengono rivelati un poco alla volta la sua storia e il suo passato. Una curiosità: il film è stato girato nel tempo record di soli diciassette giorni in totale.

Rimane in cartellone, invece, Foglie al vento, con la regia di Aki Kaurismäki che, a molti anni dall’ultimo, ha scelto di girare il quarto capitolo dei suoi film dedicati al tema del proletariato dopo Ombre nel paradiso (1986), Ariel (1988) e La fiammiferaia (1990). Questa volta sul grande schermo prendono vita le solitudini di Holappa e Ansa (Jussi Vatanen e Alma Pöysti), un uomo e una donna le cui esistenze si incontrano per caso una notte a Helsinki. In realtà, però, non è proprio un caso, infatti i due conducono vite per molti versi simili, che li portano a frequentare gli stessi luoghi e con gli stessi stati d’animo. Sia Holappa che Anda, infatti, hanno vite difficili segnate dal disagio e dalla precarietà, passano da un contratto di lavoro all’altro senza la minima garanzia sociale, e i problemi economici sono una preoccupazione quotidiana. Per svagarsi e distogliere la mente da problemi troppo pressanti scelgono di trascorrere le loro serate nei bar, bevendo troppo e cantando al karaoke. Sarà proprio in una di queste occasioni che i loro destini si incrociano. I due, così, decidono di uscire e per il loro primo appuntamento scelgono la sala di un cinema. Da quel momento inizia una travagliata storia d’amore. Tra la piaga dell’alcolismo e la lotta con famiglie disfunzionali, in un continuo rincorrersi, Holappa e Ansa devono imparare ad amare di più loro stessi e la vita nonostante le tante difficoltà che minano i loro giorni.