Salmonata umana record: in 200 a Premilcuore

Successo per la manifestazione goliardica che prevede la risalita del fiume. Gli organizzatori: "Abbiamo avuto il 40% di presenze in più rispetto al 2022".

Salmonata umana record:  in 200 a Premilcuore

Salmonata umana record: in 200 a Premilcuore

"La Salmonata umana, che si è svolta lo scorso weekend lungo il fiume Rabbi a Premilcuore, ha ottenuto un grande successo". Lo annunciano gli organizzatori dell’evento, che hanno registrato "la partecipazione attiva di oltre 200 partecipanti (quasi il 40% in più dell’anno scorso) provenienti da tutta Italia e dall’estero, per la quarta edizione dell’allegra risalita del fiume Rabbi, e diverse centinaia di spettatori lungo il percorso a fare il tifo".

Organizzato da un gruppo di giovani, guidati da Simone Gilli e Stefano Baruffi, in collaborazione con la Pro loco, "il weekend dei Salmoni si conferma un importante richiamo turistico di inizio estate per Premilcuore e le sue strutture ricettive".

La manifestazione, svoltasi lungo circa 300 metri del fiume Rabbi, è stata seguita dalle sponde del fiume da una fiumana di spettatori, festosi e acclamanti, mentre potevano assaggiare o bene le specialità locali preparate dai volontari della Pro loco. Nel fiume si sono dati battaglia uomini e donne. Al termine delle gare, fra le donne è risultata prima Fabiana Farolfi, 41enne di Castel Bolognese, una sportiva che pratica arrampicata, bici e jogging, seguita al secondo posto dalla forlivese coetanea Simona Laghi, specialista in crossfit, e terza Francesca Rifugini di Civitella di Romagna. Il primo posto fra i ’salmoni’ uomini è andato al forlivese Luca Fabbri, 30 anni, appassionato di arrampicata, secondo il medico bolognese 33enne Jacopo Bianchi, mentre la terza posizione se l’è aggiudicata lo spagnolo Pedro Aguilar.

Per i gruppi mascherati il primo premio è andato a l’Olimpo delle Pussy, davanti a I Flinstones e a Le Carte da Marafone. Per Premilcuore il fiume è una grande attrazione di turisti, sia per la balneazione nei posti consentiti sia come attrattiva per le famiglie e in questo caso come ‘teatro all’aperto’ anche per giochi e gare sportive.

Quinto Cappelli