Solidarietà, 330mila euro dal M5s: "Un abbraccio al quartiere Romiti"

In arrivo fondi per il campetto parrocchiale e la sala polivalente. I politici si tagliano gli stipendi per donare

Solidarietà, 330mila euro dal M5s: "Un abbraccio al quartiere Romiti"
Solidarietà, 330mila euro dal M5s: "Un abbraccio al quartiere Romiti"

É ancora tempo di solidarietà in Emilia Romagna, infatti le iniziative non sembrano volersi fermare. Questa volta una cospicua donazione arriva dal mondo della politica, precisamente dal Movimento 5 Stelle, che ha annunciato di voler destinare un milione di euro alla popolazione alluvionata della regione. Questi fondi sono stati raccolti in seguito a un taglio degli stipendi degli appartenenti al partito. Inoltre, sono già stati definiti i progetti che verranno finanziati: a Forlì sarà destinata la somma più alta, pari a 330mila euro, per la ricostruzione del campetto polivalente della parrocchia e della sala polifunzionale del quartiere Romiti. Altre donazioni arriveranno a Faenza, Cesena e a Bologna. "Queste risorse sono un abbraccio che vogliamo dare ai romagnoli", si legge in una nota firmata dai coordinatori regionali pentastellati Marco Croatti e Gabriele Lanzi.

Continuano ad arrivare donazioni anche da Legacoop, che ha versato altri 260mila euro a 20 cooperative romagnole colpite dall’alluvione. Il presidente di Legacoop nazionale Simone Gamberini ha consegnato i soldi ai rappresentanti delle coop, tra cui le forlivesi Formula Servizi e Novacoop. I soldi sono stati raccolti grazie al contributo di molte realtà, come Coop, Conad, Assicoop, Ènostra, Granterre e la campagna fotografica Romagna Tin Bòta. "Di fronte a una tragedia così grande – dichiara il presidente di Legacoop Romagna, Paolo Lucchi — i cooperatori hanno dimostrato ancora una volta cosa significhi la solidarietà".

Brico Center ha donato invece luci da esterno, festoni e decorazioni natalizie per le famiglie alluvionate. "Ringrazio di cuore tutto lo staff di Brico Center – dice l’assessore Andrea Cintorino –. Luci e decorazioni sono state consegnate ai comitati di quartiere che li hanno distribuite alle famiglie alluvionate o utilizzate per abbellire luoghi simbolo della tragedia, come il sottopasso di via Isonzo".