Un brindisi culturale. Da ’Zorro’ alla banda cittadina. Ma anche Chaplin e jazz

Questa sera la compagnia Qaos si esibirà al teatro di Vecchiazzano; domani tradizionale concerto al Fabbri, al Verdi il capolavoro ’Il Monello’ e a Corniolo Guidi al piano.

Un brindisi culturale. Da ’Zorro’ alla banda cittadina. Ma anche Chaplin e jazz
Un brindisi culturale. Da ’Zorro’ alla banda cittadina. Ma anche Chaplin e jazz

Due giorni di fine-inizio anno ricchi di eventi nel segno della musica e degli spettacoli. Si inizia stasera alle 21, la notte di Capodanno, la compagnia Qaos presenta il musical ‘Zorro’ al teatro Maria Graffiedi di Vecchiazzano. Lo spettacolo è ispirato alla biografia immaginaria ‘Zorro, l’origine della leggenda’, scritta nel 2005, della celebre autrice Isabel Allende e contiene riferimenti anche al film del 1998 ‘La maschera di Zorro’.

A completare il musical un cast di circa 40 performer che si esibiranno su canzoni vivaci e famosissime tratte dal repertorio dei The Gipsy Kings (fra cui ‘Bamboleo’, ‘Djobi Djoba’, ‘Baila Me’), coreografie flamenche con nacchere, palmas e gonne vorticose; molti combattimenti con le spade, per un paio d’ore divertenti, spavalde ed esuberanti e con un pizzico di scene toccanti e commoventi. A mezzanotte il tradizionale brindisi e un dj set per scatenarsi a passo di danza. Il biglietto per la serata ha un costo di 40 euro, 25 per i soci Qaos e bambini fino ai 13 anni. Per prenotazioni: 366.4987681 – tkts@qaos.it.

Dopo aver salutato il 2023, il nuovo anno inizia con il tradizionale concerto augurale al teatro Diego Fabbri, alle ore 16, organizzato dalla Banda Città di Forlì. L’evento è gratuito e raggiunge quest’anno la 23° edizione consecutiva in teatro; durante il concerto verranno eseguite, sotto la direzione del Maestro Alessandro Spazzoli, le musiche di Schrammel, Sostakovic, Rossini, Spazzoli, Verdi, Mancini, Zimmer, Rozsa, J. Strauss. Anche la città artusiana accoglie il nuovo anno con la musica dal vivo e i grandi capolavori cinematografici. Domani, alle 17, al cinema Verdi sarà proiettato ‘Il monello’ capolavoro di Charlie Chaplin con l’accompagnamento musicale del pianoforte del maestro Filippo Pantieri; un vero e proprio concerto al buio, gratuito, che seguirà le immagini riprodotte sul grande schermo come accadeva agli albori del cinema.

Si alza il sipario, domani alle 16.30 alla chiesa di San Pietro al Corniolo, anche sulla 13° edizione dell’’Artusi Jazz, inverno – Mix it’ organizzata dall’associazione ‘Dai de jazz’. Risalendo di ansa in ansa la Valle del Bidente, il festival itinerante si apre con il concerto di Giovanni Guidi, pianista e compositore dotato di grande immaginazione espressiva; l’evento inserito all’interno della chiesa romanica di Corniolo, si propone di creare un’atmosfera di intimità, quasi sacrale, dove l’artista esprime tutta la sua umanità ed esperienza. L’ingresso è libero.

Valentina Paiano