Valbonesi, è ufficiale: niente terzo mandato: "Regionali? Troppo presto per fare piani"

Il sindaco di Santa Sofia scioglie le riserve in via definitiva: "Non mi ricandido, 15 anni sono troppi. Meglio favorire il ricambio della classe dirigente come è accaduto finora. L’assessora Marianini è a disposizione, ma sarà la coalizione a decidere".

Valbonesi, è ufficiale: niente terzo mandato: "Regionali? Troppo presto per fare piani"

Valbonesi, è ufficiale: niente terzo mandato: "Regionali? Troppo presto per fare piani"

Sindaco Daniele Valbonesi ha sciolto i suoi dubbi? Si ricandiderà per un terzo mandato? "No".

Un no secco il suo o ci sono ancora margini di ripensamento?

"Nessun ripensamento. Dopo una lunga riflessione individuale e di confronto con la coalizione che mi ha sostenuto in questi 10 anni, ho deciso di non ripresentarmi".

Non saranno contenti i cittadini che l’hanno votata e che hanno apprezzato impegno, capacità ed equilibrio con cui ha governato il paese dal 2014 affrontando il Covid, l’emergenza alluvione e riuscendo ad intercettare risorse cospicue per l’apertura di tanti cantieri.

"Sono stati 10 anni difficili, di grandi soddisfazioni, abbiamo fatto un buon lavoro, ma due legislature sono un arco temporale sufficiente. Invece 15 anni sono troppi anche alla luce della tradizione amministrativa e politica di S. Sofia che ha visto sempre negli ultimi 50 anni diventare sindaci per due mandati persone tra i 30 e 40 anni, metodo che ha così favorito il ricambio della classe dirigente. S. Sofia è un paese vivo, attivo e il mio impegno politico continuerà".

Pensa di candidarsi alle elezioni regionali del prossimo anno?

"Non c’è nessun percorso stabilito. Mi metto a disposizione del PD e della coalizione di centro sinistra. Siamo in una fase politica molto fluida e le certezze sono poche in tutti i campi. E’ troppo presto per fare piani. Ora le scadenze immediate sono le amministrative e le Europee poi si vedrà".

Tornando a S. Sofia, chi sarà il candidato della lista civica appoggiata dal centro sinistra ‘ConSenso Comune’? Si parla di Ilaria Marianini.

"Ci sono ancora in corso consultazioni all’interno della coalizione che vedrà nelle prossime settimane l’ascolto delle associazioni del Terzo Settore e della categorie economiche e sociali. Ilaria si è messa a disposizione. Ha fatto l’assessora alla sanità ai servizi sociali e alla scuola raggiungendo risultati importanti sotto gli occhi di tutti, impegnandosi, ma sarà la coalizione a sciogliere la riserva".

Lei entrerà in lista?

"Sono valutazioni premature, non lo escludo a priori, ma deciderò subito dopo Pasqua".

La sua mancata candidatura a sindaco certamente metterà in moto il centrodestra che, negli ultimi appuntamenti elettorali alle Europee e alle Politiche nei numeri, ha superato il centrosinistra. Non avete timore che una lista civica trasversale guidata da un uomo conosciuto, di esperienza ed appoggiata dal centrodestra possa mettervi in seria difficoltà e conquistare la guida del Comune?

"Non lo credo, ma non sottovalutiamo l’ipotesi. Credo al lavoro di squadra e penso che il centrosinistra possa vincere perché abbiamo lavorato in gruppo e bene, senza pensare solo al potere, riportando anche la pace nel paese dopo anni di duri scontri. Ho fiducia nei cittadini di Santa Sofia".

Ora avrà molto tempo a disposizione. Cosa farà?

"Avrò più tempo per la famiglia e ne approfitterò per fare escursioni a piedi e in bici nel nostro bellissimo Appennino. E, perché no, anche tornare a tirare quattro calci al pallone. Di certo non sparirò. Ho radici lunghe in paese".