Forlì infinita, 50’ di battaglia. Aggancio in vetta, ora la Fortitudo

In Puglia tocca il +18 ed è ancora a +10 a 4’ dalla fine: Nardò la costringe a due supplementari, ma cede

Forlì infinita, 50’ di battaglia. Aggancio in vetta, ora la Fortitudo

Forlì infinita, 50’ di battaglia. Aggancio in vetta, ora la Fortitudo

Hdl Nardò

107

Unieuro Forlì

114

(dopo 2 tempi supplementari)

HDL NARDÒ: Parravicini 16 (44, 27), Iannuzzi 18 (35), Ferrara 10 (56), Baldasso 7 (23, 14), Stewart 38 (1119, 36), Maspero 12 (35, 02), La Torre 6 (02, 26), Barbone ne, Sportillo ne, Scarano ne, Donda, Borra ne. All.: Di Carlo.

UNIEURO FORLÌ: Allen 24 (1018, 01), Cinciarini 16 (36, 25), Valentini 7 (01, 26), Zampini 4 (14), 5 (11 da 3), Johnson 20 (59, 23), Pascolo 22 (1112), Zilli 4 (24), Pollone 2 (01, 01), Radonjic 10 (23, 23). All.: Martino.

Arbitri: Vita, Perocco, Cassinadri.

Parziali: 21-27, 37-50, 60-72, 91-91, 101-101.

Note – T2: Nardò 2844 (64%), Forlì 3458 (59%); T3: Nardò 825 (32%), Forlì 920 (45%); TL: Nardò 2731 (87%), Forlì 1926 (73%). Rimbalzi: Nardò 34 (10 offensivi), Forlì 36 (12 off.). Fuori per falli: Parravicini, Iannuzzi, Johnson.

Per la quarta volta in stagione, Forlì è costretta all’overtime per riuscire ad avere la meglio. Questa volta, a Lecce, ne deve disputare ben due prima di spuntarla sullla coriacea Nardò, che rientra dalla doppia cifra di svantaggio negli ultimi minuti dei regolamentari e fa sudare le proverbiali sette camicie ai biancorossi prima del 107-114 finale. Unieuro che brilla nel primo tempo, poi deve fare i conti con Stewart (38 punti) nell’ultima frazione e quindi, più di nervi che altro, prende il sopravvento nelle ultime fasi del secondo overtime. I due punti valgono l’aggancio momentaneo in testa alla Fortitudo, che gioca stasera contro Rimini e sarà la prossima avversaria al Palafiera domenica alle 20.30: una partita che, dopo quanto visto a Lecce, si preannuncia elettrizzante.

La Pallacanestro 2.015 ha il vento poppa fino al 36’, sul +10 (75-85). I padroni di casa si destano però all’improvviso: break di 13-2 e sorpasso (88-87) a -50”. Allen segna un libero (fallo subìto a gioco fermo nell’ultimo minuto), poi mette un canestro. Cinciarini fa solo 12 dalla lunetta e, sul ribaltamento, Nardò costruisce ottimamente per La Torre che colpisce dall’arco (91-91 a -13”). Forlì ha l’ultimo possesso ma Allen si ‘schianta’ contro la difesa.

Nel primo overtime nessuna squadra prende il sopravvento (101-101), quindi è la Hdl, con più benzina in corpo, che prova a ‘svoltarla’ nel cuore del secondo supplementare: 107-105 e palla in mano. Stewart fallisce il canestro dell’allungo e l’Unieuro si rivitalizza. Parziale conclusivo di 0-9, fatto di un gioco da tre punti di Allen e una tripla decisiva di Valentini. La sfida infinita incorona l’Unieuro (mai in camo per 2 supplementari nei suoi 8 anni di vita).

In precedenza, come detto, l’Unieuro aveva anche dato dimostrazione del proprio talento. Pronti, via e i lunghi si mostrano subito sul pezzo: 7 dei primi 9 punti biancorossi sono ‘graffi’ di Radonjic e Zilli. La squadra di casa risponde però colpo su colpo e l’avvio è all’insegna dell’equilibrio. Forlì ci prova ma non va oltre il +4, così è solo a cavallo tra primo e secondo periodo che aggancia il treno giusto. Giocando in velocità e difendendo forte, uno 0-17 fa volare i biancorossi dal 21-21 al 21-38 in appena 3’10”. I biancorossi continuano poi a spingere, concedendo a Nardò appena tre canestri dal campo in più di 8’ di gioco e arrivando a toccare il +18 (28-46).

In un primo tempo a punteggio particolarmente alto, i salentini si aggrappano ai propri esterni e restano a galla (37-50), quindi, dopo la pausa lunga, toccano ripetutamente il -9. Il match si riapre, ma Forlì fa ancora la voce grossa: prima dalla lunetta (54-67), quindi con due canestri pesanti di Cinciarini e Pascolo (58-72). La Hdl è viva e Stewart nell’ultima frazione accorcia fino al -7, ma Forlì sembra rispondere con 5 punti in fila di Johnson e un’entrata di Zampini. Il nuovo vantaggio in doppia cifra romagnolo non evita però una lunghissima appendice del match, che sembra poter anticipare le emozioni di domenica.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su