Biblioteche col segno più. Crescono i prestiti e i ragazzi iscritti. Boom di iniziative

Aumentata la quantità assoluta di libri richiesti alla Bim o a Casa Piani. Ma anche il numero di cittadini che usano il servizio sale del 16%.

Biblioteche col segno più. Crescono i prestiti e i ragazzi iscritti. Boom di iniziative
Biblioteche col segno più. Crescono i prestiti e i ragazzi iscritti. Boom di iniziative

Continua il trend di crescita delle biblioteche imolesi. L’anno appena concluso fa registrare infatti, secondo il report diffuso ieri dal Comune, un "significativo incremento" rispetto al 2022 dei principali indicatori: quantità di prestiti, utenti registrati, affluenza e numero di eventi organizzati.

In particolare, nel 2023 sono stati 111.500 i prestiti di libri, giochi, periodici e prodotti multimediali (+15% sul 2022). E ancora, 8.777 gli imolesi che hanno usufruito del servizio di prestito (+16%) mentre 1.438 lettori hanno scelto, in alternativa al cartaceo, di usare il prestito digitale sulla piattaforma EmiLib.

Le statistiche del Comune registrano anche un aumento delle presenze, oltre 111mila nel corso dell’anno, di cui 20mila partecipanti alle numerose proposte culturali e didattiche organizzate in biblioteca. In un contesto di dati molto positivo, il 2023 è stato inoltre caratterizzato da un vero e proprio sold-out delle visite delle scolaresche: oltre 400 le classi di ogni ordine e grado, dall’infanzia alle scuole superiori, che hanno frequentato laboratori e incontri tra Bim, Casa Piani, archivio storico e biblioteche decentrate.

In crescita anche le proposte culturali per promuovere occasioni di apprendimento, svago e interazione sociale, che nel 2023 sono state oltre 360 (+18% rispetto al 2022). Anche riguardo ai servizi per ragazzi, si è registrato un significativo aumento sia degli iscritti che dei prestiti: rispetto al 2022, oltre 5mila in più (totale Casa Piani 38.976).

"Oltre 400 persone in media al giorno varcano le soglie delle nostre biblioteche – sottolinea l’assessore alla Cultura, Giacomo Gambi –. I numeri e i dati delle presenze e dei prestiti 2023 nelle nostre biblioteche sono in crescita e testimoniano come queste rappresentino sempre di più un riferimento per i cittadini, che accedono per usufruire dei servizi bibliotecari, ma anche per trovare stimoli, leggere, studiare, socializzare, apprendere altre lingue. E confermano come le nostre biblioteche (Bim, Casa Piani e le biblioteche decentrate in quartieri e frazioni) siano punto di riferimento culturale per il territorio e per le scuole, anch’esse protagoniste, con oltre 400 classi in visita, delle nostre biblioteche".

Con questi presupposti, le prospettive per il futuro sono rosee. "Ancora non sono terminate mostre e iniziative del 2023, che già moltissimi sono i progetti che stiamo preparando per l’anno in corso – conclude Gambi – per confermare le nostre biblioteche quali punti di riferimento culturale e sociale della città".

Infine, per gli appassionati di classifiche, ecco anche i tre romanzi più letti in Bim nel 2023. Sono opere di autori italiani, nell’ordine: ‘Bell’abissina’ di Carlo Lucarelli; ‘Né qui né altrove. Una notte a Bari’ di Gianrico Carofiglio; ‘I bastardi di Pizzofalcone’ di Maurizio De Giovanni. Nella classifica dei libri più letti a Casa Piani primeggiano invece, nell’ordine: ‘Diario di una schiappa: avanti tutta!’ di Jeff Kinney; ‘Piccolo grande Bubo’ di Beatrice Alemagna; ‘Ninna no’ di Chiara Carminati e Massimiliano Tappari.