‘Case della scienza’, all’origine della radio

La sedicesima edizione della manifestazione sarà dedicata a una invenzione che ha cambiato il mondo

‘Case della scienza’, all’origine della radio

La Galleria del Centro cittadino è pronta a trasformarsi in un vero e proprio cielo stellato grazie al Planetario

Sabato 13 e domenica 14 aprile sedicesima edizione della manifestazione ‘Le Case della scienza’, rassegna che mette al centro l’importanza della divulgazione della cultura scientifica e tecnologica. Il calendario si snoderà intorno al tema: ‘On air – In onda’. Sarà un’edizione dedicata alla radio, una delle invenzioni che hanno cambiato il mondo. L’imminente centocinquantesimo anniversario della nascita di Guglielmo Marconi è la suggestione da cui è nata questa decisione.

La giornata di sabato 13 aprile sarà inaugurata, in piazza Caduti per la Libertà, dall’associazione Radioimmaginaria che sarà presente con il suo ApeRadio (Ape Piaggio convertito a metano che funge da stazione radio viaggiante), accompagnata da un gruppo di radioamatori.

Alle 10.30 un laboratorio per bimbi e bimbe dai 4 ai 7 anni, è organizzato dalla Biblioteca Casa Piani, ‘Crea con mamma e papà – Pronto, pronto?! Qui Marconi’.

Sempre sabato 13 aprile, alle 15, al centro giovanile di Ca’ Vaina si svolgerà il laboratorio ‘Buon compleanno Guglielmo’ a cura di FabLab Imola in collaborazione con Alessio Frascari.

Alle 18, in biblioteca comunale, un ‘tuffo nel passato’ per i più appassionati della storia della radio: ‘Imola Radio Days - 1974 – 2024. 50 anni di Radio a Imola, una storia che continua’.

A conclusione della prima giornata di eventi, l’Associazione Astrofili Imolesi, partner della rassegna, proporrà l’incontro ‘Il cielo con gli occhi di Marconi’, alle 20.30 all’Osservatorio Astronomico.

Domenica 14 aprile, dalle 10.30, la Galleria del Centro cittadino si trasformerà in un vero e proprio cielo stellato grazie al Planetario. Un’ambientazione del tutto diversa, ma pur sempre magica, quella offerta dall’iniziativa ‘Comunicare nell’aria’, organizzata dal Ceas imolese nella riserva naturale del bosco della Frattona (ritrovo alle 10 nel parcheggio di via Suore). Alle 16.30, a Palazzo Tozzoni, si svolgerà invece il laboratorio ‘Radio TozzoniI’ (a cura di Imola Musei). E alle 17, Università Aperta invita la cittadinanza alla conferenza di Tito Menzani, professore associato di storia economica dell’Università di Bologna, dal titolo ‘La forza delle onde. Storie, aneddoti e curiosità sulla radio’. Infine, la due giorni dedicata alla radio si concluderà con un evento al centro visite dei radiotelescopi di Medicina dal titolo ‘Sull’onda radio’ (alle 21). Il programma completo del weekend è sul sito del Comune di Imola.

"L’imminente 150esimo anniversario della nascita di Marconi è la suggestione da cui è nata la decisione di dedicare l’edizione di quest’anno alla radio e alle onde – ricorda Giacomo Gambi, assessore alla Cultura – . Il grande inventore bolognese è stato uno dei massimi rappresentanti dell’ingegno italiano in ambito scientifico e tecnologico e approfondirne la figura e le scoperte, anche con iniziative rivolte ai più piccoli, ci sembra importante. Molteplici gli spunti di approfondimento possibili e i percorsi informativi dedicati all’argomento, sia in ambito tecnico che scientifico, ma anche artistico".