Cimitero sotto la lente: "Camposanto di Varignana inaccessibile ai disabili"

Il centrodestra sferza la giunta dopo le segnalazioni di alcuni cittadini. Collina e Poggi: "In questo caso non esiste la scusa che le aree sono private".

Cimitero sotto la lente: "Camposanto di Varignana inaccessibile ai disabili"
Cimitero sotto la lente: "Camposanto di Varignana inaccessibile ai disabili"

"Non sono mai riuscita a portare mia madre al cimitero di Varignana perché risulta impossibile per una persona in sedia a rotelle riuscire ad avere accesso".

L’amaro sfogo è di una donna residente a Palesio, che su Facebook nella pagina ‘Castello Report’ ha denunciato una problematica, allargata peraltro a tutta quella zona, che trova appoggio nel rinato circolo di Fratelli d’Italia che sulla questione attacca duramente l’amministrazione comunale.

"E’ da anni che chi abita in zona segnala al Comune la situazione, trovando come risposta l’immobilismo più assoluto", esordiscono Alessandro Collina e Cinzia Poggi, delegati del circolo. "Nell’entrata principale non c’è neppure un corrimano, e a questo si aggiunge che di fronte all’accesso è presente uno spiazzo totalmente ghiaiato – spiegano –. Non è solo impossibile accedere al cimitero per chi è in sedia a rotelle, ma anche pensare di avvicinarsi al cimitero".

Poi parte l’attacco frontale all’attuale Giunta. "E’ paradossale la situazione – sottolineano Collina e Poggi –. Il cimitero è così da decenni, da quando è stato realizzato, e da allora nessun amministratore ha pensato che si dovesse intervenire per fare quei lavori necessari per mettere in condizione i meno fortunati di potervi accedere. Non solo il comune ha adottato il Peba con anni e anni di ritardo, in barba a direttive ministeriali ben precise, ma, in più, ogni qualvolta che si sollevano problematiche, si trincera dietro alla questione delle aree di proprietà privata. Bene, se non si può intervenire dove le aree sono private, almeno si cominci ad intervenire su strade, marciapiedi, cimiteri, dove la competenza è comunale".

Il problema dell’accesso complicato o impossibile nei cimiteri riguarda, aggiungono Poggi e Collina, anche quello del capoluogo, dove "permangono zone, come l’ala più nuova, dove sono esclusivamente presenti scale, e quindi sia il piano sotterraneo che quello sopraelevato sono irraggiungibili da persone in sedia a rotelle".

"Ribadiamo – concludono gli esponenti di centrodestra –, è una situazione inaccettabile. E inaccettabile è soprattutto che chi governa la città resti immobile di fronte a decine di segnalazioni giunte negli ultimi anni".

Claudio Bolognesi