Fausto Gresini nel ricordo del team di Valentino Rossi (foto da Instagram)
Fausto Gresini nel ricordo del team di Valentino Rossi (foto da Instagram)

Bologna, 23 febbraio 2021 – Quando i grandi come Fausto Gresini ci lasciano, non possiamo che affidare alle parole il nostro dolore. E quelle parole, nell'epoca dei social, si fissano sul web per essere condivise, retwittate e amplificate in tutto il mondo. Dai parenti di chi è scomparso, da chi con lui ha lavorato, da chi lo ha conosciuto appena o da chi, semplicemente, vedeva in lui una fonte di ispirazione.

Fausto Gresini morto di Covid, motociclismo in lutto - Chi era Fausto Gresini: carriera e aneddoti

Proprio questo, nel giorno del cordoglio per la morte di un'icona del motorsport italiano come l'ex pilota e manager imolese (foto), sta accadendo anche per il compianto Fausto Gresini, il cui nome, assieme a immagini di trionfi e scatti d'annata, sta correndo sull'asfalto della rete come le tante moto della sua vita facevano su quello dei circuiti.

Tra i ricordi più toccanti, chiaramente, quello postato su Facebook dal figlio Lorenzo, il quale, pochi minuti dopo che il padre aveva chiuso gli occhi, ha scritto “Bà! Ti amo immensamente”, con tutto il calore e la familiarità tipiche del dialetto romagnolo. Addio commosso anche quello del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini: "Se ne è andato un grande campione, portato via da una malattia feroce che sta provocando tanti dolori e lutti. Sono vicino alla famiglia cui porgo, anche a nome della Giunta regionale, le mie più sincere condoglianze".

Poi è arrivato il tributo di Sic 58 Squadra Corse, il team fondato da Paolo Simoncelli in onore del figlio, il compianto Marco, morto in pista come un altro dei giovani talenti cresciuti da Gresini, il giapponese Daijiro Kato. In questo caso, basta una foto, che ritrae il Sic mentre stampa un bacio sulla guancia del suo maestro, seguita dalla frase “Noi vi immaginiamo così...Ciao Fausto”.

Un saluto, quest'ultimo, che è subito diventato hashtag, con il fior fiore del mondo dei motori che ha iniziato a seguire la scia del #CiaoFausto. A partire dalla federazione MotoGP, che, traducendo dall'inglese, ha definito Gresini “una figura leggendaria e universalmente popolare, il cui impatto sullo sport non sarà mai dimenticato”, e dallo Sky Racing Team VR46 di Valentino Rossi, “rattristato e senza parole nell'apprendere della morte di Fausto Gresini”.

La stessa tristezza del pilota riminese di Moto2, Enea Bastianini, duramente provato dal “brutto scherzo” di chi, per lui, nei primi tre anni di carriera è stato “come un padre” e lo ha “fatto crescere tanto come pilota e come persona”.

Non sono mancati, poi, i messaggi di ex compagni di squadra, come il “Ciao Fausto” affidato a Instagram da Loris Capirossi, e quelli di ex piloti che gli furono vicini, come il Casey Stoner iridato con la Ducati, secondo il quale “la comunità della MotoGP ha perso un grande uomo”.

Ancora, non sono mancati i ricordi di centauri stranieri come Alex Marquez, che ha ringraziato Gresini “per tutto quello che ha fatto per il motociclismo”, Tito Rabat, che ha parlato di “un giorno triste per il motociclismo”, e Joan Mir, “molto triste per l'intera famiglia delle corse motociclistiche”.

Infine, all'infinita lista di messaggi si sono aggiunti praticamente tutti i direttivi dei circuiti del motomondiale, dal Mugello alla Catalogna, e quelli di squadre in lizza e addetti ai lavori, da Yamaha a Petronas e da Michelin a Tech3, passando anche, ovviamente, per la sua Gresini Racing.