Festa del Garganello Cinque serate dedicate a gusto e ospitalità "Un menu vincente"

Dall’1 al 5 settembre via alla sagra al campo sportivo di Codrignano. L’organizzatrice Stefania Galeotti: "Cucina, eventi e tanta musica. Quest’anno abbiamo tolto il liscio per avvicinarci ai più giovani" .

Festa del Garganello  Cinque serate dedicate  a gusto e ospitalità  "Un menu vincente"
Festa del Garganello Cinque serate dedicate a gusto e ospitalità "Un menu vincente"

Cinque serate di pura allegria e gusto. Manca sempre meno all’edizione numero 33 della Festa del Garganello, che dall’1 al 5 settembre calamiterà al campo sportivo di Codrignano di Borgo Tossignano migliaia di seguaci della gustosa pasta all’uovo. Un capolavoro della tradizione romagnola preparato arrotolando un rettangolino di sfoglia intorno a un bastoncino che poi viene passato su un pettine da tessitura per marcare l’inconfondibile rigatura.

Così la più giovane delle sagre della Vallata del Santerno è diventata ormai grande con quel colpo d’occhio da lunghe file all’ingresso e parcheggi strapieni.

"Lo scorso anno abbiamo servito oltre 9 quintali di garganelli, con un afflusso complessivo di ben 8mila persone – racconta Stefania Galeotti, alla guida dell’associazione organizzatrice dell’appuntamento –. La forza lavoro? Almeno 140 unità con adesioni in continua crescita. Menù confermatissimo perché specialità che vince non si cambia".

Spazio, quindi, ai garganelli conditi in tutte le sale: dal classico ragù di carne al combo tra speck e radicchio rosso. Ma pure con le verdure, alla codrignanese e, solo il lunedì della festa, insieme a sua maestà il tartufo. Senza dimenticare tortelli, polenta, carne ai ferri, piadina, contorni e dolci. Con un impegno all’inclusività che strizza l’occhio ai celiaci con proposte gluten free: "Manicaretti preparati in un’area specifica della nostra cucina con strumentazione ad hoc – confida Galeotti –. L’intento è quello di evitare qualsiasi tipo di contaminazione con gli altri cibi. Prevista anche un’ala dello stand riservata a loro".

Porte aperte tutte le sere alle 19 (domenica 3 anticipato alle 18, ndr) sotto la grande tensostruttura da 550 posti a sedere con angolo per la gettonatissima opzione d’asporto.

Mercatino, giochi per bambini con gonfiabili gratuiti, ‘gargastore’ con ragù, garganelli sottovuoto e gadget da acquistare e tanta musica. Già, a cominciare dalla novità dell’intrattenimento, nelle serate del 2, 3 e 4 settembre, della Banda Rei per gli avventori in fila. Sette note itineranti da abbinare a un buon bicchiere di vino distribuito gratis per ingannare l’attesa.

Poi il cartellone degli spettacoli dopo cena con i Shotgun Blues Band (1 settembre), i Musica in Pantofole e il dj set con Dumbeats (2), Sauro dj, The Rebel Cats e i ballerini rockabilly (3), Alis musica italiana doc (4) e le atmosfere ricercate dei Floyd Machine sulla scia dei capolavori immortali dei Pink Floyd (5).

"Abbiamo tolto il liscio per avvicinarci al target di utenza più giovane – conclude la Galeotti –. Niente finestra di apertura a pranzo la domenica per evitare il gran caldo e prenderci una meritata boccata di ossigeno durate una maratona organizzativa lunga cinque giorni".

E per gli amanti delle sorprese che si presenteranno vestiti di giallo in modo originale (non basterà una semplice maglietta, ndr) pronti i premi per l’outfit più audace e stravagante.

Mattia Grandi