Giornate Fai, boom di visitatori. A decine alle Acque Minerali per onorare il mitico Ayrton

I ragazzi delle superiori hanno fatto da guida alle famiglie lungo il percorso partito dal murale di Kobra. Commozione alla curva del Tamburello, dove trent’anni fa perse la vita il campione brasiliano .

Giornate Fai, boom di visitatori. A decine alle Acque Minerali per onorare il mitico Ayrton

Giornate Fai, boom di visitatori. A decine alle Acque Minerali per onorare il mitico Ayrton

Un weekend alla scoperta di Imola grazie alle Giornate Fai di primavera. Successo per la prima delle due giornate dedicate alla scoperta degli angoli più belli e caratteristici della città. Ed è stato proprio un gruppo guidato dalle ragazze della terza delle scienze umane a fare da Cicerone alle Acque Minerali, in un percorso che ha voluto commemorare il grande Ayrton Senna.

Il percorso ha preso il via dal murales di Eduardo Kobra, dedicato all’indimenticato campione brasiliano, e si è snodato in una serie di tappe fino alla curva del Tamburello, dove avvenne l’incidente che trent’anni fa è costato la vita di Ayrton.

Non sono mancati omaggi a Giuseppe Scarabelli, l’archeologo a cui è stato dato il nome dell’istituto tecnico agrario, nel punto del parco delle Acque Minerali in cui sono state scoperte le statuette di bronzo esposte all’omonimo museo.

Nonostante la giornata ventosa, il sole ha permesso ai turisti di godersi una passeggiata alla scoperta della storia della città. Un’esperienza che ha contato la presenza di turisti provenienti da diverse parti di Italia. Tra questi, Fabio Pluvi, che ha scoperto l’iniziativa del Fai per caso. "Sono un grande appassionato di Formula Uno e sono venuto da Ferrara per vedere la mostra fotografica dedicata a Senna ai musei del San Domenico – racconta –. È lì che ho saputo di questa iniziativa; per me è la prima volta che partecipo e trovo che sia vermante un bel progetto".

Anche Paola e Luigi, da Cuneo, si sono trovati li per caso. "Martedì si laurea il figlio di un nostro amico a Rimini e abbiamo deciso di anticipare la gita facendo un giro in Romagna – spiegano –. Una volta seguivano più attentamente la Formula Uno di quanto facciamo oggi, ma volevamo scoprire qualcosa di più e questa è stata l’occasione giusta. Il Fai ci permette di scoprire luoghi non accessibili, oggi pomeriggio continueremo ad approfittarne e andremo agli altri siti.

E, a proposito di Romagna, non sono mancati turisti di zona. Come Claudia Lombardi e Gennaro, di Forlì. "Io sono un grande fan della Formula uno, due anni fa sono venuto ad assistere alle gare – sottolinea Gennaro –. Sarei dovuto venire anche l’anno scorso, poi, purtroppo, c’è stata l’alluvione. Abbiamo unito la mia passione per i motori a questa passeggiata, approfittando della bella giornata". Tanto entusiasmo anche da parte di Claudia. "È stato un bel giro. Gennaro tra poco compie gli anni e abbiamo scoperto di questa iniziativa. Mi sembrava un’occasione interessante per chi è appassionato".