Il circuito senza le due ruote. Il Moto Club in municipio, presentate varie proposte

Le idee erano già state discusse nei mesi scorsi dai rappresentanti delle varie associazioni. Si va da un Gran premio con i piloti del Tourist Trophy al ritorno del Mondiale Superbike.

Il circuito senza le due ruote. Il Moto Club in municipio, presentate varie proposte
Il circuito senza le due ruote. Il Moto Club in municipio, presentate varie proposte

"Impegno comune" per "valutare i tempi e le condizioni per riportare a Imola una gara iridata". Dopo le polemiche dei mesi scorsi, figlie di un calendario dell’Autodromo appannaggio quasi esclusivo delle quattro ruote, Giunta e Formula Imola provano a ricucire lo strappo con i motoclub cittadini. A riferire l’esito di un incontro andato in scena questa settimana in Municipio è Moto Club Imola, una delle tre compagini locali che raccolgono gli appassionati delle due ruote.

Al tavolo erano presenti il sindaco Marco Panieri, l’assessora all’Autodromo, Elena Penazzi, il presidente della Federazione motociclistica Italiana, Giovanni Copioli, il direttore del circuito, Pietro Benvenuti, e appunto le rappresentanze dei moto club cittadini.

"Nell’incontro si è discusso sull’attuale situazione del motociclismo internazionale, e si è ribadita la comune volontà di sostenere il Campionato italiano velocità e le manifestazioni che si terranno nell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari – fanno sapere da Moto Club Imola –. Contemporaneamente, è stato preso l’impegno comune di valutare i tempi e le condizioni per riportare a Imola una gara iridata".

A questo proposito, il Moto Club Imola sottolinea di aver "evidenziato che il circuito, per storia, tradizione e blasone, deve essere considerato come la ‘Monte Carlo del motociclismo’ e ha richiesto alle autorità di prendere un concreto impegno, anche a livello internazionale, in tal senso".

Su queste basi, "tenendo presente l’eventuale fattibilità dovuta ai conti economici", sono state presentate diverse proposte già in parte avanzate nei mesi scorsi dai rappresentanti dei moto club imolesi: un Gran premio con i piloti che corrono il Tourist Trophy nell’Isola di Man, oppure con quelli che corrono nella North West 200, in Irlanda del Nord; o ancora una gara del campionato inglese di Superbike. "E infine – concludono sempre dal Moto Club Imola – abbiamo riproposto il Mondiale Superbike".

Dopo aver salutato la gara iridata riservata alle derivate dalla produzione di serie, è al momento il Civ - Campionato italiano velocità moto del 28 e 29 settembre l’unico appuntamento per le due ruote nel calendario eventi 2024 del circuito che si aprirà formalmente l’8 marzo con un evento dedicato alla sempre maggiore presenza delle figure femminili all’interno nel mondo dei motori.