La replica di Penazzi: "La polifunzionalità dell’Autodromo?. È già nel calendario"

Criticata dai civici, l’assessora rivendica quanto fatto dalla giunta: "Mi fa sorridere chi ottusamente non guarda la realtà". Ma in agenda mancano ancora i grandi concerti estivi.

La replica di Penazzi: "La polifunzionalità dell’Autodromo?. È già nel calendario"

La replica di Penazzi: "La polifunzionalità dell’Autodromo?. È già nel calendario"

"La polifunzionalità in Autodromo non esiste? Mi fa sorridere chi, per fare un po’ di… rumore, ottusamente non guarda la realtà". Parole di Elena Penazzi, assessora con delega al circuito. Era stata la civica Carmen Cappello, referente del gruppo rappresentato oggi in Consiglio comunale da Renato Dalpozzo, a mettere in dubbio la qualità della parte non motoristica del calendario 2024 dell’Enzo e Dino Ferrari.

"Il sindaco parla di rilancio del centro storico e di grandi progetti, ma in realtà si sta occupando soltanto di Formula 1 – erano state le parole con le quali Cappello aveva commentato l’intervista di inizio anno del primo cittadino –. Non di autodromo, ma solo di Formula 1. Dove è finito il progetto di polifunzionalità della struttura? E i concerti? E i nuovi eventi come il tennis? Non se ne parla più. Anche gli appassionati delle due ruote si sono accorti che il circuito serve solo a far fare la passerella al sindaco e al presidente della Regione: le elezioni sono dietro la porta…".

Da qui le obiezioni dell’assessora Penazzi che, pur senza mai nominare l’ex candidata sindaca, ieri mattina via social ha difeso l’operato della Giunta su questo versante. "Abbiamo presentato i grandi eventi di polifunzionalità per il 2024, ma ricordo a tutti che ci saranno anche tantissime altre giornate dedicate alla solidarietà, all’inclusione, allo sport (ciclismo, podismo, corsa, atletica, handbike....), ai cittadini e alla sicurezza stradale", rivendica Penazzi. E aggiunge: "O vogliamo dimenticare, solo per citarne alcuni, Lilt, Avis, Fiocchetto viola, Fiocchetto lilla, Montecatone, Fondazione ricerca fibrosi cistica… ricordandoli solo quando fa comodo? A proposito di polifunzionalità: si comincia l’8 marzo con Wow Women Motor, evento aperto a uomini e donne, studenti e studentesse. Per approfondire il tema dell’empowerment femminile, non solo nel mondo dell’automotive".

In calce al post, Penazzi ricorda appunto i principali eventi della parte extra-motoristica del calendario 2024 del circuito. O meglio, dal momento che il prospetto comprende anche Ayrton Senna Tribute (1 maggio) e Historic Minardi day (24-25 agosto), la serie di eventi non legati alle competizioni per auto e moto. Si va dal ritorno del Duathlon sprint (16-17 marzo) alla prima del Tour de France (30 giugno), proseguendo poi con la partenza di una tappa del Giro d’Italia donne (10 luglio) e, nello stesso mese, con il tradizionale Gp Santerno Fabbi dedicato alle promesse del ciclismo. Infine, la mostra scambio del Crame (13-15 settembre), il ritorno di Imola green (21-22 settembre), Giro dei Tre Monti (5-6 ottobre) e Autodromo senza barriere (1 dicembre).

Al di là delle polemiche, è però evidente come alla stagione 2024 dell’Enzo e Dino Ferrari (assolutamente perfetta per quanto riguarda gli eventi motoristici, almeno quelli su quattro ruote), manchino i concerti estivi. Lo sa bene la Giunta, che non a caso lavora da tempo su questo fronte con i promoter storici degli eventi musicali in Autodromo. L’obiettivo è riportare nel paddock uno o due show capaci di far dimenticare, da un lato, lo scivolone del 2023 sul concerto di beneficenza per gli alluvionati (atterrato a Campovolo); e dall’altro il fatto che l’indimenticabile tris di eventi musicali del 2022 era stato messo sotto contratto dalla precedente amministrazione comunale.