Ponte sulla Tosa a Imola, il sì di Panieri: “Il confronto sulla Bretella proseguirà in autunno"

"In linea generale, tutto questo mandato è caratterizzato dal rilancio degli investimenti: vogliamo convogliare risorse su un settore che riqualifica la città e genera lavoro"

Marco Panieri illustra gli obiettivi dell'Amministrazione
Marco Panieri illustra gli obiettivi dell'Amministrazione

Imola, 15 agosto 2023 – Avanti con il progetto del nuovo ponte sulla Tosa, mentre temi caldi quali Bretella e ampliamento del centro sociale La Tozzona verranno affrontati in due incontri pubblici. Il sindaco Marco Panieri, nella consueta intervista di Ferragosto con il Carlino, disegna la mappa dei prossimi mesi di mandato. Sembra ammettere tra le righe che sull’attivazione degli autovelox qualcosa non ha funzionato. E assicura un autunno ricco di cantieri.

Sindaco Panieri, la Giunta ha finalmente deciso di inserire il nuovo ponte della Tosa nel piano delle opere pubbliche. È la volta buona?

"Abbiamo avuto sempre grande attenzione per quel progetto. E inserirlo nell’elenco triennale dei lavori testimonia la nostra volontà di portarlo avanti. C’è uno studio di fattibilità per pianificare l’intervento, che è stato inserito anche negli strumenti urbanistici del Comune. Così facendo possiamo agganciare eventuali finanziamenti per coprirne il costo interamente o in parte".

Si lavora anche sul ponte di via Pisacane. Quando finirà il cantiere?

"È in via di completamento. Verrà aggiunta una nuova passerella per i disabili dalla parte opposta rispetto a quella attuale. E a ottobre partirà la riqualificazione del ponte di viale Dante. In generale, tutto questo mandato è caratterizzato dal rilancio degli investimenti. Basti pensare al sottopasso Marconi-Ortignola o a quello di Pontesanto, mentre nei prossimi mesi toccherà alla Rocca a all’Osservanza. Ed è bello vedere il progetto dell’illuminazione pubblica che prende forma. C’è la volontà di convogliare risorse su un settore che riqualifica la città e genera lavoro".

Via Pisacane, Tosa e viale Dante... Del nuovo ponte sul Santerno, quello verso Faenza, nel piano delle opere pubbliche del Comune si sono però perse le tracce.

"Ripartiremo da uno studio di fattibilità concordato con Autostrade. Anche il collegamento Est-Ovest della città rientrerà nella convenzione per la Bretella, che firmeremo a settembre. Dovremo ragionarne con loro, ma le interlocuzioni sono buone".

A proposito di Bretella: i lavori per le due nuove rotatorie, propedeutici al completamento dell’asse attrezzato, procedono a singhiozzo...

"Hanno subìto un rallentamento, ma stanno andando avanti. C’è stata una variante importante relativa all’aumento dei prezzi, stiamo aspettando che il Governo ci riconosca gli extra-costi".

L’intervento principale, quello che porterà alla costruzione dell’ultimo tratto di strada, resta invece confermato al 2025?

"Sì. L’obiettivo è quello di organizzare un confronto pubblico in autunno per riprendere il dibattito e approfondire il tema con la città".

Ci sarà un confronto pubblico anche sull’ampliamento della Tozzona?

"Quello è un progetto che parte dal centro sociale, al quale ho dato più volte la mia disponibilità a organizzare l’incontro. Credo si possa fare a fine agosto. Allargare gli spazi è una richiesta che parte dalle associazioni sportive. E che mette al centro tre bisogni del quartiere: un campo da paddle, un altro da calcio con piccolo parcheggio collegato e un ulteriore spazio per il basket del quale si potrà usufruire in maniera libera al pari delle porte da calcio che verranno spostate".

Questione autovelox: l’improvvisa accensione dei box arancioni dopo anni in cui erano rimasti spenti, sorvegliata da auto civetta della polizia locale, ha fatto arrabbiare gli automobilisti.

"Veniamo da un’estate da bollino rosso. Pedoni vittime di troppi incidenti che hanno come denominatore comune l’alta velocità. Siamo intervenuti con nuove telecamere sui semafori, mettendo in sicurezza le strade e ridurremo da 70 a 50 km orari la velocità nel tratto del viale del Piratello di fronte alla chiesa. Presto ci sarà anche una rotatoria rialzata all’incrocio Montericco-Vivaldi. Il comandante della polizia locale, nella propria autonomia, ha individuato anche la necessità di utilizzare i punti già previsti incrementando il controllo della velocità; ma è un’attività giusta, non fatta per vessare qualcuno".

Una comunicazione però andava fatta...

"Credo che i cittadini vadano sempre informati: ci sono tutti gli strumenti per condividere le informazioni su quello che viene fatto. Però basta rispettare i limiti di velocità e le multe non arrivano".

Tema alluvione: Roma e Bologna litigano sui fondi per la ricostruzione, mentre lei è rimasto piuttosto fuori dalla polemica. Come mai?

"In questo momento non c’è bisogno di discutere, ma di dare risposte ai cittadini. Dobbiamo essere al loro fianco, come abbiamo fatto nella fase dell’emergenza. Servono risorse, e il Governo deve dirci su che cifra possono contare Comuni, famiglie e imprese. E mi aspetto che quei fondi arrivino".

Ultima domanda politica: dopo l’estate, il Pd locale eleggerà il nuovo segretario. Lei che lo è stato, come immagina il percorso?

"Alla luce delle sfide future che dovrà affrontare, a partire dalle elezioni amministrative ed europee, il partito dovrà dare dimostrazione di saper fare sintesi. Ben vengano le candidature con forti legami sul territorio, capaci di unire la parte che ha vinto il congresso con quella che qui ha avuto un ottimo risultato. E soprattutto in grado di riprendere il confronto con i cittadini".