Regina dei brevetti . Sacmi è nona in Italia

La speciale classifica emerge dall’edizione 2023 dell’Epo Patent Index. Il governatore Bonaccini: "Emilia-Romagna terra creativa e rivolta al futuro".

Regina dei brevetti . Sacmi è nona in Italia

Sacmi è tra le eccellenze industriali del Paese

C’è anche un’azienda imolese tra le prime dieci realtà italiane per numero di brevetti richiesti. Si tratta di Sacmi, che si piazza al nono posto di questa speciale classifica che emerge dall’edizione 2023 dell’Epo patent index, redatto nei giorni scorsi dall’Ufficio europeo dei brevetti.

Il colosso cooperativo di via Selice ha chiuso infatti lo scorso anno con 32 domande, lasciando all’ultimo posto della top ten al gruppo Scm, società riminese che sviluppa tecnologie per la lavorazione dei materiali (31).

La medaglia d’oro va invece a Coesia (157 domande presentate), gruppo bolognese del packaging cui fa capo la Gd di Santa Viola che si classifica, per il secondo anno consecutivo, come prima in Italia per numero di domande presentate. L’Emilia-Romagna conquista anche il secondo posto con Ferrari (che nel 2022 si era piazzata settima) con 121 domande e il quinto con la Chiesi Farmaceutici di Parma (terza l’anno scorso) con 43 domande. In mezzo Iveco (48 domande) e Pirelli (44). Seguono Leonardo a 40, il Politecnico di Milano a 38, Danieli a 33 e appunto Sacmi a 32 e Scm a 31.

In totale, rivela il report, nel corso del 2023 aziende e inventori italiani hanno presentato all’Epo oltre 5mila domande, record storico per il Paese e in crescita annua del 3,8%. L’Emilia-Romagna, in particolare, è al 17esimo posto in Europa, e quindi tra le prime 20 Regioni nell’Ue.

"Siamo molto soddisfatti per quanto è emerso dall’Epo Patent Index 2023 – commentano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla –. Si tratta di una conferma molto importante per l’Emilia-Romagna, terra creativa e rivolta al futuro, nei settori più disparati. Una realtà dove istituzioni, imprese e università fanno quadrato, da sempre, su innovazione e ricerca, con una Rete Alta Tecnologia consolidata e competenze uniche nel gestire i processi innovativi. Molto importanti- concludono- i risultati raggiunti dal Gruppo Coesia, Ferrari e Chiesi Farmaceutici: nomi noti in tutto il mondo, con sede qui, costantemente impegnati a valorizzare la propria capacità di innovare. Non a caso in questa regione gli investimenti in ricerca del sistema privato presentano un moltiplicatore che nessuna regione può vantare".

Delle tre regioni italiane entrate nella classifica delle prime 20 dell’Ue per numero di domande di brevetto presentate all’Epo, l’Emilia-Romagna è quella che ha registrato una delle crescite più forti (+21,6%). Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto rappresentano quasi due terzi di tutte le domande di brevetto presentate dall’Italia all’Epo.