Ricordi e lacrime per Ivan "Il nostro cuore spezzato"

Sulla pagina Facebook di ‘Imola Cammina’ il cordoglio degli amici. I periti della famiglia: "Indossava vestiti chiari, impossibile non vederlo".

Ricordi e lacrime per Ivan  "Il nostro cuore spezzato"
Ricordi e lacrime per Ivan "Il nostro cuore spezzato"

Ha suscitato un grande cordoglio la scomparsa di Ivan Balducci, il 55enne morto dopo essere stato investito da un’auto intorno alla mezzanotte tra martedì e mercoledì in via Montericco. L’imolese faceva parte del gruppo Imola Cammina, ed era amato e benvoluto da tutti. Sulla pagina Fb del sodalizio sono stati postati tanti messaggi di condoglianze e grande affetto. In particolare, spiccano le parole della cognata di Balducci: "Grazie a tutti voi per il vostro affetto e la vostra vicinanza, le vostre parole ci scaldano i nostri cuori spezzati. Siete meravigliosi... Un grazie di cuore a tutti, davvero non ho parole per esprimere il mio ringraziamento".

Alessandro Nicolò, del Gruppo Imola Cammina, ha pubblicato tante foto di Balducci, sempre sorridente: "Ivan ti vogliamo ricordare così: Il tuo sorriso è il nostro regalo più bello... Persona buona e onesta... Sei andato via, ma in realtà non ti abbiamo perduto, cammini con noi. La tua gioia e il tuo entusiasmo continueranno ad alimentare il tuo ricordo nella nostra quotidianità". "Ivan, sempre sorridente, stoico, solare", scrive un altro della vittima. "...Guardando una stella vedremo l’anima buona di Ivan", scrive un’altra amica.

Balducci stava passeggiando in via Montericco, tra via Suore e via Battisti, quando è stato investito alle spalle da un furgone Volkswagen Caddy, il cui conducente non si è però fermato per prestare soccorso, salvo presentarsi un paio d’ore dopo al commissariato di polizia per autodenunciarsi. La polizia locale, che aveva eseguito i rilievi, ha proceduto con la denuncia per omicidi stradale e omissione di soccorso. "Ivan indossava vestiti chiari – sottolinea Giesse Risarcimento Danni, che assiste la famiglia – ed era avvistabile da chiunque, come riferito anche da un teste"

L’ultimo saluto si terrà, come riportato ieri su queste colonne, domani. Camera ardente alle 7.30, benedizione alle 9, poi, alle 9,30 partenza per la chiesa di San Pio dove sarà celebrata la messa.