Sottopasso Ortignola Via libera a bici e pedoni

L’opera è costata 2,4 milioni, resta da ultimare un tratto di illuminazione. Il sindaco Panieri: "Un impegno che ci eravamo assunti dall’inizio del mandato".

Sottopasso Ortignola   Via libera a bici e pedoni
Sottopasso Ortignola Via libera a bici e pedoni

Manca ancora un tratto di illuminazione pubblica, ma il sottopasso ciclopedonale ferroviario Marconi-Ortignola è finalmente percorribile. L’annuncio è arrivato ieri dal Comune, alla luce dell’ordinanza della Polizia locale che ha sbloccato anche dal punto di vista formale la situazione nella zona Nord-Ovest della città. Dopo l’estate, ci sarà l’inaugurazione ufficiale dell’opera particolarmente attesa dai residenti di entrambe le aree imolesi.

Caratterizzati da forti ritardi (secondo l’ultima tabella di marcia dovevano essere completati alla fine dello scorso anno), i lavori sono cominciati a settembre del 2021. Sono costati 2,4 milioni, di cui la metà finanziati dal bando statale dedicato alle periferie e il resto a carico del Comune.

Come già accennato, rimane da realizzare l’illuminazione pubblica del tratto di pista ciclabile che va dall’uscita dalla rampa del sottopasso fino al collegamento con la rete ciclabile della piscina Ortignola. Quest’ultimo tassello, fanno sapere dalla Giunta, sarà realizzato nell’ambito del nuovo progetto di illuminazione pubblica che il Comune ha appaltato a Hera Luce e Cims.

"L’apertura del sottopasso N8 e il conseguente collegamento ciclabile fra il quartiere Marconi e la zona Ortignola è un momento importante per la città – sottolineano il sindaco Marco Panieri e l’assessore ai Lavori pubblici, Pierangelo Raffini –. Un’opera prevista da tempo diviene disponibile alla cittadinanza. Era un impegno che ci eravamo assunti dall’inizio del mandato e, nonostante le numerose difficoltà incontrati in questi anni per i cantieri come la crisi energetica e gli aumenti dei prezzi, siamo riusciti a portarla a termine. È uno dei tanti cantieri della città, insieme a quelli in corso e che inizieranno nei prossimi mesi".

Soddisfatta anche l’assessora Elisa Spada. "Questo sottopasso ciclopedonale consente di ricucire la rete ciclabile a Nord e a Sud della ferrovia – ricorda la titolare della Mobilità sostenibile nella Giunta del sindaco Panieri –. Ha un grande valore anche per il futuro del quartiere Marconi, che entra così in relazione con la piscina Ortignola e l’ampia area, ora dismessa ma per la quale è stato previsto un importante progetto di rigenerazione, con nuove residenze e un grande parco pubblico".